Recensione Un anno di Gloria

dicembre 31, 2010 § 2 commenti

Edizione Superpocket 2003 (Salani 2001)
Pag. 200
ISBN: 9788846202988

Il libro recensito e una fetta biscottata con Nutella.
Ultima recensione dell’anno che posto dopo aver cucinato per tutta la mattina salatini, bruschette e dolci per i festeggiamenti di stasera (noi saremo dai nostri vicini di casa!). Oggi pomeriggio mi rilasserò tentando di proseguire con la lettura di Mia madre non mi ha mai spazzolato i capelli di Marilyn French, e anche scegliendo il primo libro del nuovo anno (che probabilmente sarà anche il primo a essere recensito. Nel frattempo auguro ai miei eventuali lettori buoni festeggiamenti e un buon inizio di anno nuovo!
Un anno con Gloria è un romanzo chick lit dall’impostazione molto simile a quella de Il diario di Bridget Jones. L’ho scelto (su Bookmooch) perchè avevo letto da qualche parte che è uno dei pochi libri di chick lit italiano godibile come quelli esteri. 
Il titolo fa proprio riferimento alla protagonista, Gloria, che in questo romanzo racconta, sotto forma di diario, un anno (non specificato) della sua vita da trentenne single. 
L’autrice è Alessandra Casella, attrice e presentatrice televisiva, che pubblicò una prima versione del libro sotto forma di rubrica della rivista Cosmopolitan.
Lo stile è molto leggero e scorrevole, tipico di questi romanzi e tipico della forma diaristica, in prima persona. Gloria lavora come segretaria per un’agenzia pubblicitaria. Vive sola in una grande città del nord non meglio specificata e ha diverse amiche tutte però piuttosto impegnate. Sul fronte maschile abbiamo solo il classico amico gay dalla vita sessuale decisamente più movimentata della protagonista, che è in perenne lotta con il peso e la cellulite.
La prima parte del romanzo è un po’ piatta e anche triste. Nella parte centrale però la narrazione si risolleva perchè la protagonista aumenta la propria autostima e la trama si movimenta. Peccato che l’aumento di autostima sembri andare di pari passo con la diminuzione del peso… Ho apprezzato in particolar  modo le parti che parlano dei primi approcci di Gloria alla lettura.
Inizialmente ho visto questo romanzo come una banale scopiazzatura del libro della Fielding, solo in versione nostrana. L’autrice sembra non saper scegliere se dare a Gloria qualche possibilità di autoaffermazione o puntare invece a una resa macchiettistica e satirica, per cui spesso sembra che le avventure di Gloria siano tanti culs-de-sac che non portano a nulla. Ma devo ammettere che dalla metà in poi il ritmo aumenta e anche se il finale era prevedibile fin dalle prime pagine ed è decisamente sopra le righe, sono riuscita ad apprezzare la storia. In conclusione un libro che si può evitare ma che si salva dal baratro.
Votazione: 2/5
Advertisements

§ 2 risposte a Recensione Un anno di Gloria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Recensione Un anno di Gloria su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: