Nella mia wishlist [ week 01 ]

gennaio 8, 2011 § 2 commenti

Aggiunti questa settimana alla mia wish list:
Jennifer Weiner – Fly Away Home

Sylvie è sbalordita quando scopre che il marito, il senatore Woodruff, è accusato dalla stampa di avere una relazione con una donna del suo staff. Dopo aver pubblicamente supportato il marito, Sylvie si ritira in una casa di famiglia del Connecticut per capire se vuole divorziare o meno. Anche le due figlie di Sylvie sono a un bivio: Diana, medico, sta avendo una relazione con un uomo più giovane, stanca del suo matrimonio. Lizzie, tossicomane in via di guarigione, sta cercando di ricostruire la sua vita.
Adoro la Weiner! Questo è credo il suo ultimo uscito, non ancora tradotto in Italia.

Kathryn Stockett – L’aiuto

Siamo in un mondo ormai svanito e ingiusto: Jackson, Mississippi, 1962. Dove le cameriere di colore crescono i bambini bianchi, ma vengono sospettate di rubare l’argenteria. Le protagoniste sono Aibileen, che sta crescendo il suo diciasettesimo bambino bianco mentre soffre per la tragica morte del suo unico figlio; Minny, abbastanza sfacciata da mettersi sempre nei guai; e la bianca Miss Skeeter, appena tornata dal college, che vuole scoprire perchè la sua amata cameriera è svanita nel nulla. Nessuno le crederebbe amiche, nessuno lo tollererebbe. Ma mentre ogni donna trova il coraggio di oltrepassare i limiti, cominciano a dipendere e a contare l’una sull’altra. Ognuna in cerca di una verità. E insieme hanno una storia straordinaria da raccontare…
Il libro dell’anno. Tutti ne parlano, e benissimo! E’ in quasi tutte le liste dei migliori del 2010, per cui devo averlo!

Ian McEwan – L’amore fatale
Un pallone aerostatico plana su un prato verdissimo tra Oxford e Londra. Un uomo anziano cerca di scenderne, ma rimane goffamente impigliato in una fune. Dai quattro angoli del prato corrono verso il pallone imbizzarrito alcuni soccorritori che tenteranno senza successo di trattenerlo. Uno di loro morirà e agli altri resterà il compito impossibile di farsi una ragione di quella tragedia inutile. In particolare, Joe Rose si troverà invischiato in una storia di ossessione amorosa assurda e grottesca, perseguitato da un altro dei soccorritori, Jed Parry, un giovane che, avendo vissuto insieme a lui quell’avventura terribile, si è convinto di doverlo amare e di doverne essere riamato.
E’ ora di leggere un altro McEwan. Questo titolo mi ha sempre ispirato e ora è finito in wish list.
Emma Donoghue – Room
La storia di una madre e del suo bambino che vivono in una stanza chiusa a chiave, isolati dal mondo esterno. Un romanzo che ha fatto scalpore nell’anno passato per il tema crudo ma una narrazione delicata (la voce narrante è quella del bambino). E’ stato tradotto in italiano da Einaudi con il titolo Stanza, letto, armadio, specchio.
Rebecca Stead – When You Reach Me
1979. Miranda ha dodici anni e vive con la madre a New York. Deve uscire dal guscio, trovare nuovi amici, imparare a conoscerli per quello che sono realmente. Intanto però riceve misteriosi messaggi anonimi: parlano di cose che puntualmente la vedranno protagonista. Sotto casa “the laughin’ man”, un barbone apparentemente privo di senno, mormora frasi incomprensibili e anche quelle riguardano Miranda. Tutto sembra girare a spirale intorno a lei, fra segnali inquietanti e lugubri apparizioni.
Questo l’ho scoperto grazie al servizio di AnyNewBook.com. Romanzo per ragazzi, ha vinto anche un premio e sembra molto interessante. Anche questo è stato tradotto in italiano da Feltrinelli con il titolo Quando mi troverai.
Matt Haig – The Radleys
I Radley vivono in un incantevole villaggio della campagna inglese. Sono Peter, il medico del paese, la moglie Helen e due figli adolescenti, in un caotico turbinio di scuola, amici e feste. La vita familiare trascorre senza troppa eccitazione né scossoni, fino a quando una notte tutto deflagra. E Clara scopre il devastante segreto custodito per anni e anni dalla famiglia. Un segreto che alla fine dà un senso alla sua pelle così diafana, alla difficoltà a dormire la notte e quell’attrazione incontenibile per il sangue…

A me questo romanzo, che dalle recensioni sembra essere la nuova frontiera (umoristica) per quanto riguarda i libri sui vampiri, pare essere uscito in sordina. Ma io l’ho scoperto lo stesso! E l’autore è lo stesso de Il club dei padri estinti, che mi ispirava ma non ho mai letto a causa della traduzione di cui avevo sentito parlare molto male…

Advertisements

§ 2 risposte a Nella mia wishlist [ week 01 ]

  • Anonymous ha detto:

    Sto preparando la listina di libri da prendere in biblioteca e mi sono lasciata ispirare dalla tua wl, quindi tra gli altri metto "L'aiuto". Ti farò sapere 🙂 Claudia

  • Roberta ha detto:

    Ah, ne ho sentito parlare così bene! Peccato che ho una montagna di libri da leggere e mi sono ripromessa di ridurla, piacerebbe molto anche a me leggerlo ora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Nella mia wishlist [ week 01 ] su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: