Recensione 046 – The Help

marzo 30, 2011 § 2 commenti

Autore: Kathryn Stockett
Titolo: The Help
(Tit. italiano: L’aiuto)
Edizione: Penguin, 2010
Pag.: 464
ISBN: 0141039280



Editato 31/03/2011: ecco la foto personalizzata!

Non c’è più molto da dire su questo romanzo, originariamente pubblicato nel 2009 e ampiamente letto e recensito sul web. The Help è ambientato a Jackson, Mississippi, negli anni Sessanta, appena prima del Civil Rights Act. E’ la storia di tre donne, una bianca e due nere, che iniziano un progetto insieme. Vogliono scrivere un libro che dia voce alle domestiche di colore (l’aiuto del titolo) che lavorano per le famiglie bianche nel profondo Sud. L’unico problema è che devono tenerlo nascosto perchè quello che stanno facendo è sia illegale che pericoloso.

Probabilmente questo romanzo può essere considerato sia politicamente scorretto (una donna bianca che racconta la storia di cameriere nere? usando il dialetto?) e storicamente poco accurato (la Stockett utilizza alcuni eventi che non sono ancora accaduti, come la canzone di Bob Dylan – è un uso voluto comunque). Può essere che io non sia il miglior giudice sia perchè sono bianca sia perchè vivo in un posto che non ha nulla a che fare con gli stati meridionali degli U.S.A.. In ogni caso, ho bisogno di dire che ho amato questo libro. Mi ha fatto piangere e mi ha fatto ridere e mi ha fatto pensare.

Solo l’ennesimo romanzo sul razzismo nel Sud? Forse. Ma è un libro dannatamente buono e penso sia importante che ci venga ricordato quanto in basso noi esseri umani possiamo cadere.

Giudizio: 5/5

There is not much left to say about this novel, originally published in 2009 and widely read and reviewed on the web. The Help is set in Jackson, Mississippi during the Sixties, just before the Civil Rights Act. It is the story of three women, one white, the others black, who start a project together. They want to write and publish a book giving voice to black maids (the help of the title) working for white families in the deep South. The only problem is they have to keep it secret, because what they are doing is both illegal and dangerous.


Probably this novel can be considered both politically uncorrect (a white woman telling the story of black maids? using vernacular?) and historically inaccurate (Stockett makes use of things not already happened at the time of the story – i.e. the Bob Dylan song – this use in intended anyway). It could be that I am not the best judge because I am both white and living in a place completely different from the American Southern States. Anyway, what I need to say I loved this book. It made me cry and it made me laugh and it made me think.


Just another novel about racism in the South? Well, maybe. But it is a darn good novel and I think it is good and important to be reminded of how low can we human beings can fall.


Rating: 5/5

Advertisements

§ 2 risposte a Recensione 046 – The Help

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Recensione 046 – The Help su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: