Recensione 047 – Paranoid Park

marzo 31, 2011 § 2 commenti

Autore: Blake Nelson
Titolo: Paranoid Park
(Tit. Or.: Paranoid Park)
Edizione: Rizzoli Superpocket, 2009
Pag.: 177
Traduzione: P. Bertante
ISBN: 8846210506


Paranoid Park è un romanzo per ragazzi il cui protagonista principale è un ragazzo che, dopo aver seguito un altro skater incontrato presso l’equivoco Paranoid Park, viene coinvolto in/assiste a un incidente mortale. Mentre l’altro ragazzo scappa (e presumibilmente lascia la città, dato che è un senzatetto) il protagonista (e anche narratore, dato che questo è un romanzo epistolare) torna alla casa di un suo amico e passa la notte pensando a ciò che è successo e a cosa deve fare.

La cosa strana di questo libro è che non è nemmeno davvero chiaro se il protagonista è colpevole o no. Voglio dire, a me sembra (ho anche riletto la scena in cui la guardia giurata muore, ma non è molto chiara) che la morte sia stata solo un incidente. In ogni caso, poichè l’altro ragazzo è sparito e nessun’altro li ha visti, il narratore decide che non c’è motivo di andare alla polizia: la sua famiglia sta attraversando un momentaccio, la guardia è morta e a questo non c’è rimedio, e le conseguenze per sè steso sarebbero spaventose.

Le settimane seguenti sono comunque infernali: c’è senso di colpa, angoscia e paranoia. Una volta scoperto il cadavere, la polizia apre un’inchiesta per omicidio. Nel frattempo il protagonista inizia una storia d’amore insoddisfacente con una compagna di classe e un’amicizia con una vicina di casa. Solo alla fine del romanzo ci è dato sapere che decisione ha infine preso il narratore.

Lo scrittore ha creato Paranoid Park come una rilettura in chiave moderna e per ragazzi di Delitto e castigo ma anche se riesce a trasmettere un certo senso di angoscia, il romanzo non è davvero avvincente. In particolare non mi è piaciuta la descrizione dei ragazzi del libro (poco lusinghiera) e il finale è davvero debole e anche ingiusto.

Giudizio: 2/5

Paranoid Park is a YA novel whose main character is a boy who, after having followed a fellow skater met at the ill-famed Paranoid Park, is involed into/witnesses a death accident. While the other boy runs away, and presumably leaves the city (he’s a homeless), the protagonist (and narrator too, because this is an epistolary novel) goes back to his friend’s home and spend the night alone thinking about what happened and what he should do.


The weird thing about this novel is that it is not even really clear if the protagonist is guilty or not. I mean, it seems to me (I even re-read the scene where the security guard dies, but it is not clear) that the death is just an accident. Anyway, since the other boy has vanished and nobody saw what happened, the narrator feels there is no real reason to go to police: his family is going through a crisis, the guard is dead and there is nothing to do about this, and the consequences for himself would be scary.


The next weeks are horrible, though: there is guilt and angst and paranoia. Once the corpse is discovered, the police begins a murder investigation. In the meanwhile, the protagonist begins an unsatisfactory romance with a class mate and a friendship with a neighbour girl. Only at the end of the novel we are told which t is the final decision of the narrator.


The writer intended Paranoid Park to be a Young Adult and modern version of Crime and Punishment but while a certain amount of angst is delivered to the reader, the novel is not really gripping. I particularly despised the author’s description of the teen world (not really fair) and the ending was too weak and unjust.


Rating: 2/5

Advertisements

§ 2 risposte a Recensione 047 – Paranoid Park

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Recensione 047 – Paranoid Park su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: