Recensione 105 – Margherita Dolcevita

luglio 28, 2011 § Lascia un commento

Autore: Stefano Benni
Titolo: Margherita Dolcevita
Edizione: Feltrinelli, 2006 (prima edizione 2005)
Pag.: 206
ISBN: 9788807819308

Margerita Dolcevita è la storia della ragazzina Margherita, che vive nella periferia di una città non definita insieme ai genitori (una madre appassionata di soap opera che fuma sigarette virtuali e sa trasformare qualsiasi cosa in polpettone e un padre che dà asilo politico a tutto ciò che è vecchio e lo aggiusto), ai due fratelli (uno maggiore e truzzo e uno minore, genietto indisponente) e al nonno scatenato che balla il tango con uno spirito e vive in soffitta come se il progresso tecnologico non ci fosse mai stato.

Margherita è un po’ in sovrappeso, ha una testa di ricci biondi e ama la natura, gli animali e i libri. Conosce la Ragazzina di Polvere, una bambina fantasma che difende la natura intorno alla casa di Margherita quando viene minacciata dal progresso. Nonostante il suo animo fantasioso e bambinesco, Margherita è anche molto perspicace e ha una mentalità adulta nell’osservare ciò che la circonda.

E un bel giorno nell’appezzamento vicino a casa sua, Margherita e la sua famiglia vedono nascere una casa a forma di cubo nero, vedono rimpiazzare la fastidiosa natura vera da una natura di plastica e vedono arrivare una bizzarra famiglia che inizialmente provoca qualche fastidio ma ben presto affascina tutta la famiglia, Margherita e nonno esclusi, anticipando ogni desiderio e facendola diventare simile alla loro.
Ovviamente c’è qualcosa che non va, e Margherita comincia ad investigare…

Una ferocissima satira nei confronti della tecnologia e del progresso (che sinceramente condivido solo fino a un certo punto, e per la maggior parte solo in teoria: vorrei comunque vedere se davvero Benni vive come il nonno, scaldandosi solo con il camino – cosa che comunque è meno ecologica rispetto al riscaldamento a metano, a meno che non si utilizzi uno dei moderni caminetti ecologici esistenti grazie al progresso tecnologico!) in una fiaba che vede Margherita protagonista in un mondo eccentrico e fatato che viene pian piano appiattito dall’influenza dei nuovi vicini i Dal Bene, fino ad un finale che, onestamente, costa al libro la quinta stellina perchè totalmente fuori tema (senza contare che poi molte cose non vengono chiuse affatto).

Giudizio: 4/5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Recensione 105 – Margherita Dolcevita su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: