Nella mia wishlist [ week 30 ]

agosto 1, 2011 § Lascia un commento

Catherine Murdock – Dairy Queen

Quando non si parla, ci sono molte cose che non vengono dette. Parole piuttosto crude, pronunciate niente meno che da Brian Nelson, di tutte le persone. Eppure D. J. non può fare meno di ammettere che forse ha ragione. Quando non si parla, ci sono molte cose che finiscono per non essere dette. Cose come perchè la sua migliore amica, Amber, non è più così amichevole. O perchè il suo fratellino, Curtis, non apre mai bocca. Perchè sua mamma ha due lavori e un grande segreto. Perchè i suoi fratelli, stelle del football, non chiamano nemmeno mai a casa dal college. Perchè suo padre impazzirebbe di rabbia se lei stessa tentasse di entrare nella squadra di football della scuola superiore. E perchè Brian è davvero, davvero al di fuori della sua portata. Quando non si parla, ci sono molte cose che non vengono dette. Benvenuti nell’estate in cui la quindicenne D. J. Schwenk di Red Bend, Wisconsin, impara a parlare e finisce con l’avere un sacco di orribili cose da dire.

When you don’t talk, there’s a lot of stuff that ends up not getting said. Harsh words indeed, from Brian Nelson of all people. But, D. J. can’t help admitting, maybe he’s right. When you don’t talk, there’s a lot of stuff that ends up not getting said. Stuff like why her best friend, Amber, isn’t so friendly anymore. Or why her little brother, Curtis, never opens his mouth. Why her mom has two jobs and a big secret. Why her college-football-star brothers won’t even call home. Why her dad would go ballistic if she tried out for the high school football team herself. And why Brian is so, so out of her league. When you don’t talk, there’s a lot of stuff that ends up not getting said. Welcome to the summer that fifteen-year-old D. J. Schwenk of Red Bend, Wisconsin, learns to talk, and ends up having an awful lot of stuff to say.

Stephen King – Mile 81

Al miglio 81 dell’autostrada del Maine c’è un’area di ristoro fuori uso e sbarrata, un posto dove i ragazzi della scuola superiore vanno a bere e a mettersi in quel genere di guai in cui i ragazzi delle superiori si sono sempre ficcati. E’ il posto dove Pete Simmons va dove il fratello più vecchio, che dovrebbe badare a lui, si dirige alla cava di ghiaia a giocare ai “paracadutisti”.
Pete, armato solo della lente di ingrandimento ricevuta per il suo decimo compleanno, trova una bottiglia di vodka abbandonata nel fast food sbarrato e ne beve abbastanza da svenire.
Non molto dopo, una station wagon coperta di fango (il che è strano perchè nel New England non piove da più di una settimana) si ferma all’area di ristoro del miglio 81, ignorando il cartello che dice “chiuso, fuori servizio”. La portiera del conducente si apre ma non esce nessuno.
Doug Clayton, un assicuratore di Bangor, sta guidando la sua Prius verso una conferenza a Portland. Sul sedile posteriore ci sono la ventiquattrore e la valigia e sul sedile del passeggero c’è una Bibbia di Re Giacomo, quella che Doug chiama “il manuale definitivo dell’assicuratore”, ma non salverà Doug quando lui deciderà di fare il buon samaritano e aiutare il ragazzo nella station wagon fuori uso. Si ferma dietro alla macchina, mette le quattro freccie, e poi si accorge che la station wagon non ha la targa.
Dieci minuti dopo, Julianne Vernon, che sta trainando un rimorchio per cavalli, nota la Prius e la station wagon, e si ferma. Julianne trova il cellulare rotto di Doug Clayton vicino alla portiera della familiare – e si avvicina troppo anche lei. Quando Pete Simmons si sveglia finalmente dal suo sonnellino alla vodka, c’è una mezza dozzina di macchine nella piazzola del miglio 81. Due ragazzini – Rachel e Blake Lussier – e un cavallo di nome Deedee sono gli unici sopravvissuti. A meno che non vogliate contare anche la familiare.
Con il cuore di Stand By Me e il geniale orrore di Christine, Mile 81 è Stephen che sguinzaglia la sua fantasia dopo aver oltrepassato uno di quei segnali stradali…

t Mile 81 on the Maine Turnpike is a boarded up rest stop, a place where place where high school kids drink and get into the kind of trouble high school kids have always gotten into. It’s the place where Pete Simmons goes when his older brother, who’s supposed to be looking out for him, heads off to the gravel pit to play “paratroopers over the side”.
Pete, armed only with the magnifying glass he got for his tenth birthday, finds a discarded bottle of vodka in the boarded up burger shack and drinks enough to pass out.
Not much later, a mud-covered station wagon (which is strange because there hadn’t been any rain in New England for over a week) veers into the Mile 81 rest area, ignoring the sign that says “closed, no services”. The driver’s door opens but nobody gets out.
Doug Clayton, an insurance man from Bangor, is driving his Prius to a conference in Portland. On the backseat are his briefcase and suitcase and in the passenger bucket is a King James Bible, what Doug calls “the ultimate insurance manual”, but it isn’t going to save Doug when he decides to be the Good Samaritan and help the guy in the broken down wagon. He pulls up behind it, puts on his four-ways, and then notices that the wagon has no plates.
Ten minutes later, Julianne Vernon, pulling a horse trailer, spots the Prius and the wagon, and pulls over. Julianne finds Doug Clayton’s cracked cell phone near the wagon door – and gets too close herself. By the time Pete Simmons wakes up from his vodka nap, there are a half a dozen cars at the Mile 81 rest stop. Two kids – Rachel and Blake Lussier – and one horse named Deedee are the only living left. Unless you maybe count the wagon.
With the heart of Stand By Me and the genius horror of Christine, Mile 81 is Stephen unleashing his imagination as he drives past one of those road signs…


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Nella mia wishlist [ week 30 ] su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: