Recensione 133 – The Summerhouse Trilogy

settembre 27, 2011 § Lascia un commento

Autore: Alice Thomas Ellis
Titolo: The Summerhouse Trilogy
(non tradotto in italiano)
Edizione: Virago, 2007
Pag.: 336
ISBN:  9781844080847

The Summerhouse Trilogy è una vera e propria trilogia composta da tre romanzi, anzi da tre novelle: The Clothes in the Wardrobe, The Skeleton in the Cupboard e The Fly in the Ointment, originariamente pubblicate singolarmente. La trilogia racconta la preparazione di un matrimonio, e ognuna delle tre novelle racconta la stessa storia, più o meno, narrata da una protagonista diversa: la promessa sposa, Margaret; la madre del promesso sposo, Mrs. Monro; un’amica della madre di Margaret, la vivace Lily.
Margaret è da poco tornata da un periodo trascorso in Egitto presso un’amica della madre, quando si trova quasi per caso (o per punizione?) fidanzata con il vicino di casa Syl, che ha il doppio della sua età nonostante tutti gli sforzi compiuti per mantenersi giovane. Qualcosa è successo in Egitto, ma solo poco a poco scopriremo che cosa. Inoltre anche nella seconda e terza parte vengono raccontati degli episodi che possono aiutarci a capire il carattere di Margaret. Apatica e del tutto disinteressata ai preparativi per il matrimonio, Margaret suscita le ire della madre Monica, che da tempo abbandonata dal marito per un’altra donna, vede nel matrimonio l’unica soluzione al carattere problematico della figlia, e pertanto non si interroga sull’assurdità di questa improbabile unione. Anche la madre di Syl, Mrs. Monro, si interroga sul prossimo matrimonio, ma il suo matrimonio è stato infelice e non riesce a fidarsi del suo giudizio. Inoltre vede il matrimonio come un mezzo per liberarsi dall’eccessivo attaccamento del figlio, e anche un modo di far tacere dei dubbi che ha su di lui, perennmente fidanzato a ragazze più giovani che spesso lo lasciano bruscamente. Sarà l’entrata in scena dell’esuberante Lily, un’amica di Monica, a cambiare le carte in tavola.
Appassionante lettura, in cui l’aspetto più interessante è proprio la visione della stessa situazione da tre punti di vista molto diversi. Bellissimo l’approfondimento psicologico delle tre protagoniste, anche se devo dire che Lily – e la sua parte – non mi è piaciuta molto, anche se come personaggio fa la parte del leone. Inoltre alla terza rivisitazione degli eventi un po’ di noia comincia a filtrare.
Giudizio: 4/5
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Recensione 133 – The Summerhouse Trilogy su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: