Recensione 156 – Corpi freddi

novembre 1, 2011 § 2 commenti

Autore: Kathy Reichs
Titolo: Corpi freddi
(Titolo originale: Déjà Dead)
Traduzione: Alessandra Emma Giagheddu
Serie: Temperance Brennan, #1
Edizione: Rizzoli, 1998 (prima edizione 1997)
Pag.: 466
ISBN: 9788817671071

Non ho mai visto la serie tv Bones, ma ne sono rimasta abbastanza incuriosita da scoprire che è tratta dalla serie di thriller scritta da Kathy Reichs e con protagonista l’antropologa forense Temperance Brennan. Molti anni fa avevo letto il terzo volume della serie, Resti umani, senza apprezzarlo particolarmente. Prima di lanciarmi nella visione della serie tv, ho comunque deciso di dare alla Reichs una seconda chance leggendo il primo della serie.

Temperance Brennan è un’antropologa forense che divide il suo tempo tra il North Carolina, dove insegna, e Montreal, in Canada, dove lavora per il laboratorio di medicina legale. E’ una donna di mezza età, divorziata, con una figlia al college e un passato da alcolista. In questo volume Temperance viene chiamata ad esaminare delle ossa ritrovate dai tecnici del servizio idrico durante la manutenzione. Ben presto Temperance realizza che le ossa sono recenti, e appartengono a una vittima di omicidio. Poichè lo stato delle ossa le ricorda moltissimo un caso di alcuni anni prima, Temperance cerca di convincere il detective assegnato al caso, Claudel, di indagare in questo senso e ipotizzare che il loro assassinio sia un serial killer. Claudel si ostina a non prendere in considerazione la sua ipotesi, anche perchè al momento priva di indizi a sostegno, ma ben presto i fatti riveleranno che Temperance ha ragione.

Normalmente prediligo thriller o gialli in cui l’assassino ha un motivo per uccidere la sua vittima, perché questo comporta un’indagine psicologica sia della vittima che dei possibili sospetti. Nel caso in cui il thriller si concentra su un serial killer, è evidente che il legame fra assassino e vittima è molto più casuale e a mio avviso ne risulta una narrazione meno interessante, che può essere però ravvivata da un protagonista carismatico. Nel caso specifico non mi sembra che la protagonista Temperance sia approfondita bene: l’autrice parla spesso del marito, della figlia, dei problemi di alcolismo, dell’amica di Temperance, senza però rivelare davvero fatti significativi del suo passato o presente. Una caratteristica fastidiosa della protagonista è il costante lamentarsi, e specialmente l’attribuire qualsiasi atteggiamento spiacevole al sessismo dei suoi colleghi poliziotti (e di tutti gli uomini in generale).

Ho trovato poi particolarmente fastidiosi i continui scontri fra la Brennan e il detective Claudel. Claudel non brilla per simpatia, ma Temperance tende a ‘dimenticare’ il suo lavoro di antropologa e a lanciarsi in investigazioni per cui forse ha l’istinto giusto, ma sicuramente non il fisico. La sua stupidità nell’affrontare senza rinforzi situazioni a rischio è rivaleggiata solo dall’assurda mancanza di logica nelle indagini della polizia. Se poi aggiungiamo che entrambi le parti tendono a non condividere le informazioni, diventa chiaro che la soluzione del caso è avvenuta più per fortuna che per impegno.

Nonostante questi difetti, la parte finale del romanzo è stata sicuramente avvincente, ma non consiglierei questo libro. Ho cominciato a vedere la prima stagione di Bones e posso dire che mi sembra decisamente più avvincente e meritevole.

Giudizio: 3/5

Advertisements

§ 2 risposte a Recensione 156 – Corpi freddi

  • Pupottina ha detto:

    questa scrittrice l'adoro…vorrei leggerlo questo libro ;-)p.s. vedo con piacere che abbiamo molte serie tv in comune che sono di nostro gradimento … io ne seguo davvero troppebuona giornata

  • Roberta ha detto:

    Ah, io vorrei più ore al giorno perché di serie davvero interessanti ce ne sono tantissime e non riesco a vederle tutte… poi calcola che io amo anche riguardare le preferite (Una mamma per amica in primis) 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Recensione 156 – Corpi freddi su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: