Recensione 166 – Blankets

novembre 23, 2011 § 4 commenti

Autore: Craig Thompson
Titolo: Blankets
(Titolo italiano: Blankets)
Edizione: Top Shelf Productions, 2003
Pag.: 582
ISBN: 9781891830433

Blankets

Non leggo molte graphic novel, come già saprete dai miei precedenti post (qui e qui), ma ogni tanto c’è un titolo che mi colpisce (probabilmente perché diventa molto famoso) e quindi mi tuffo. Nel caso specifico il protagonista è un giovane ragazzo americano che vive in una cittadina della Bible Belt. La sua famiglia è infatti molto religiosa, lui stesso crede e frequenta non solo la chiesa ma anche dei campi religiosi. Durante uno di questi conosce Raina, una ragazza che, insieme a diversi fattori, contribuisce a fargli capire cosa vuole fare della sua vita. Si tratta fondamentalmente di un racconto di formazione.

Quello che mi ha colpito è che, come in Fun Home, anche questo romanzo descrive una vita – familiare, di comunità – triste, di privazione e di angoscia. Della sua infanzia il protagonista sembra salvare solo il rapporto con il fratello, ma anche questo solo in parte in quanto nell’equazione entra anche un padre severo e con una certa tendenza alla violenza. Il romanzo sicuramente mi è piaciuto – ed è stato molto interessante imparare qualcosa di più sulla vita rurale nel Wisconsin, ma non lo descriverei un capolavoro come è stato spesso fatto nelle recensioni.

Giudizio: 4/5

Annunci

§ 4 risposte a Recensione 166 – Blankets

  • Valeria ha detto:

    L'ho letto anch'io: disegni bellissimi, ma storia tremendamente piena di complessi…!"Fun Home" mi era piaciuto MOLTO di più, soprattutto per come l'autrice è riuscita ad analizzare la sua vita, con il difficile compito di raccontare della sua omosessualità.Ti volevo chiedere se per caso conosci il titolo del libro di cui io mi ricordo solo la trama, e che sto cercando di scovare nel mio cervello senza esiti…: tre fratelli (o quattro?) vengono rinchiusi nella soffitta della casa in cui la nonna (zia?) dovrebbe crescerli dopo la morte improvvisa di entrambi i genitori. La cattiva vecchia li terrà rinchiusi per qualcosa come due anni (o forse più?).Ricordo che l'autore (ma mi sa che era una donna) era famoso negli anni '70-'80 come scrittore per ragazzi, con storie ad alto contenuto "gotico" e di tensione.Ti viene in mente qualcosa????Grazie, scusami se ho approfittato. 😛

  • Roberta ha detto:

    Ciao, anch'io ho apprezzato molto di più Fun Home, mi è sembrato più originale e inventivo.Per quanto riguarda il libro che mi dici, mi hai fatto venire in mente questo:http://en.wikipedia.org/wiki/Flowers_in_the_Atticche prima o poi vorrei leggere. E' stato anche tradotto, ma in wikipedia italiana manca la trama. Il titolo italiano è Fiori nell'attico. L'unico problema è che non è per ragazzi direi…Spero che ti aiuti!

  • Valeria ha detto:

    Cavoli, è proprio quello lì. GRAZIE! Sono senza parole O_O è da tanto che lo cercavo!!Io l'avevo visto per la prima volta nel blog di una signora americana, che ne parlava come di "juvenile fiction" e l'aveva preso nella biblioteca del suo paese dallo scaffale per i ragazzi, boh…!Sulla trama lei non si era soffermata molto, quindi avrà tralasciato (sicuramente) tanti particolari che meglio inseriscono il libro nella letteratura per adulti. Io non voglio rovinarmi la sorpresa della lettura, non indago oltre, e vedo subito di procurarmelo o in biblioteca o usato da awesomebooks (devo ancora prendere il primo volume su Anita Blake). Grazie ancora. :DAh, una cosa: awesomebooks in media quanto ci mette, effettivamente, per le spedizioni?

  • Roberta ha detto:

    Sono contenta di averci imbroccato! ^_^ Poi mi farai sapere com'è! Allora i tempi di consegna che ti mettono loro sono abbastanza realistici, diciamo che di solito arrivano anche qualche giorno prima. Loro spediscono da magazzini diversi, quindi i libri potrebbero anche arrivarti tutti separatamente. Per dire ho ordinato la nuova agenda da bookdepository (il sito è diverso ma anche loro spediscono con posta ordinaria) e ci ha messo una decina di giorni. La cosa positiva è che se, dopo i tempi che loro ti indicano sul sito, scrivi e dici che un libro non ti è arrivato, loro subito (nel giro di poche ore) di riaccreditano l'importo sulla carta. Maggico! Una cosa che ti consiglio è di ordinare appena puoi in modo da evitare il periodo natalizio. Io non ho mai avuto problemi ma ovviamente in quel periodo il traffico postale aumenta e di conseguenza i disagi.Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Recensione 166 – Blankets su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: