Recensione 182 – Pyongyang

dicembre 27, 2011 § 1 Commento

Autore: Guy Delisle
Titolo: Pyongyang
(Titolo italiano: Pyongyang)
Edizione: Drawn and Quarterly, 2005 (prima pubblicazione 2002)
Pag.: 184
ISBN: 9781896597898

Pyongyang: A Journey in North Korea

Questa graphic novel è il resoconto di due mesi passati da Guy Delisle nella Corea del Nord nel 2001. Uno dei pochi occidentali ad ottenere l’accesso a questa misteriosa nazione, Delisle racconta la sua peculiare esperienza mentre lavora per una compagnia di animazione francese.

Anche se è cosa nota che la Corea del Nord è una nazione molto chiusa, in cui gli occidentali raramente riescono ad entrare, e comunque praticamente mai riescono a vedere la ‘vera’ vita coreana, devo dire che questo romanzo è stato una delusione. Bellissimi i disegni, e comunque interessante la narrazione perché, applicando un filtro ai commenti decisamente negativi di Delisle, qualcosa arriva, ma è proprio l’atteggiamento del narratore che mi ha lasciata alquanto perplessa (e mi ha portato, a distanza di giorni dalla lettura, ad abbassare il giudizio).

Può essere che Delisle stia utilizzando una qualche tecnica narrativa che io non riesco a recepire, ma in generale mi sembra che il suo giudizio sui nord coreani sia davvero impietoso, e che non tenga in considerazione la loro storia e la loro cultura. Il fatto stesso che Delisle stia lavorando per una compagnia francese di animazione che ha sede in Pyongyang per motivi economici non viene affrontato, così come non si parla di politica estera (se non per ridicolizzare l’apparente incrollabile mito dell’intromissione degli Stati Esteri che impedisce l’unione tra Corea del Nord e Corea del Sud.) Nonostante sia chiara la difficoltà di approfondire la conoscenza della vita della nazione senza filtri, è evidente che Delisle ha i suoi bei pregiudizi, di cui è inconsapevole, o di cui non si cura. Non solo non tenta di andare oltre la superficie, ma sembra agire in modo ostile e anche sovversivo, senza rendersi conto che è in un paese ‘altro’, dove comunque sarebbe buona cosa portare del rispetto nei confronti di una cultura differente dalla nostra, ma non necessariamente peggiore, nonostante il regime dittatoriale della Corea del Nord non sia certamente auspicabile né sostenibile.
Non riesco a dare un giudizio netto su questa opera, che mi riservo di valutare in occasione della lettura di altre graphic novel di Delisle.

Advertisements

§ Una risposta a Recensione 182 – Pyongyang

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Recensione 182 – Pyongyang su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: