Un anno di letture – 2011

gennaio 6, 2012 § 4 commenti

Questo è il mio primo riepilogo annuale ‘vero’ (ho pubblicato anche quello del 2010, ma all’epoca avevo appena iniziato il blog, quindi mi è parso un po’ un imbroglio). Cominciamo quindi con un po’ di statistiche:

Libri letti: 202


Per tipologia:


9 non fiction – 14  italiani – 78 scritti da uomini – 20 classici – 80 in lingua inglese


Alle categorie dell’anno scorso aggiungerei i seguenti dati: 11 libri abbandonati (oltre ai 202 letti ovviamente), 3 ARC (Advanced Reader Copy, ovvero libri forniti dall’autore o dalla casa editrice per la lettura e recensione in antemprima), 4 raccolte di racconti e 12 riletture.


L’anno scorso mi ero ripromessa di leggere più non fiction, più classici e più libri in lingua originale (inglese). E’ andata molto bene (classici da 5 a 20, libri in inglese da 40 a 80) tranne nel campo della saggistica, dove sono sprofondata. Viste le premesse, non mi sento assolutamente di propormi di leggere più non fiction nel 2012, è ovvio che sarebbe solo una sofferenza. Direi che invece si può migliorare per quanto riguarda i classici. Il resto mi pare invariato e va bene così.


Per genere:


37 fantasy – 10 Young Adults Fiction – 8 thriller/gialli/mystery – 17 chick lit – 11 romance – 11 storici – 3 horror – 5 comici – 7 graphic novels – 2 fantascienza


Rispetto all’anno scorso (61) ho letto molto meno fantasy, e sicuramente ho letto meno saghe, che mi ispirano sempre ma poi spesso sono una delusione. Nel 2012 mi piacerebbe capire quali sono le saghe che vorrei continuare (sicuramente quella di Sookie Stackhouse che ha fatto la parte del leone nel 2011) e organizzarmi di conseguenza. Nel resto dei generi non mi pare di vedere grandi variazioni, a parte il fatto che ho cominciato a leggere graphic novels e l’esperienza mi sta dando delle belle soddisfazioni.

Per autore:

2 di Anne Fine, Brendan O’Carroll, P. C. e Kristin Cast, Charles Dickens, Jane Green, Jennifer Ashley, John Mortimer, M. Satrapi, Muriel Spark, P.G. Wodehouse, Penelope Fitzgerald, Sally Beauman, Scarlett Thomas, Stephen King, Zadie Smith

Alcuni di questi autori sono nuove scoperte, altri vecchi amici e spero di incontrare nuovamente tutti nel 2012, con l’eccezione di Jane Green e Jennifer Ashley. Probabilmente lascerò perdere anche John Mortimer, vedremo. Per quanto riguarda le Cast, spero vivamente di mettermi in pari con la loro saga.

3 Marian Keyes, Suzanne Collins, William Somerset Maugham

La new entry qui è Suzanne Collins, autrice di una trilogia per ragazzi, che mi è piaciuta, anche se in generale non so se leggerei altro scritto da lei. Sicuramente rimarranno con me sia la Keyes che Maugham.

8 Charlaine Harris
9 George R. R. Martin

Queste sono le due saghe fantasy che ho privilegiato nel 2011. Di Charlaine Harris ho letto tutta la saga di Sookie Stackhouse, ora attendo il nuovo libro in uscita quest’anno. Di Martin ho riletto l’intera saga in occasione dell’uscita del nuovo libro, che è già nelle mie avide manine e leggerò prossimamente. 

Riletture

Helen Fielding – Bridget Jones’s Diary 
Charles Dickens – Great Expectations
George R. R. Martin – tutta la saga
Zadie Smith – Denti bianchi
Enrico Brizzi – Jack Frusciante è uscito dal gruppo

Ogni anno mi ripropongo di moderare le riletture, ma ne ho già in mente un paio per il 2012. Allora quest’anno voglio essere più moderata: ben vengano le riletture, ma per amor del cielo niente riletture di saghe come quella di Martin, che mi ha sfinito. Online esistono riassunti fatti benissimo, apposta per chi ha poco fosforo come me. Nel caso di Dickens, la rilettura è stata fatta insieme alla lettura di Mister Pip, che parla molto di Great Expectations. Questa è stata una rilettura davvero eccellente.

Abbandonati

Hugh O’Donnell – 11, Emerald Street
John Connolly – Tutto ciò che muore
Elisabetta Modena – A passo di danza
Antonia Arslan – La strada di Smirne
Irvine Welsh – Una testa mozzata
Jane Heller – Scusami se esisto
Brenda Joyce – Dark Seduction
Kristle Reed – Pietra
Wu Ming – Manituana
Andrea Meyer – L’uomo dei tuoi sogni
Aldo Nove – Woobinda

L’unico abbandono di cui mi pento è quello del libro della Arslan. Ho amato La masseria delle allodole, ma non mi ricordavo nulla quando ho iniziato questo, e non capivo niente. Un gran bel peccato. Per quanto riguarda Wu Ming, mi secca aver abbandonato Manituana, ma so già che ci riproverò. Per il resto, ho fatto solo bene ad abbandonare libri che non mi piacevano, specialmente nel caso di Welsh e Nove che appartengono a quel genere pulp/trash, o come volete chiamarlo, che non è per nulla nelle mie corde.

In corso

Ormai finito da qualche giorno, mi ha accompagnato nel passaggio dal vecchio al nuovo anno lo stupendo libro di Kate Morton Il giardino dei segreti.

I migliori

Ne ho dovuti selezionare 15, anche se ho letto qualche libro in meno rispetto all’anno scorso. Buon segno, direi!
Ecco l’elenco, credo sia in ordine cronologico ma sicuramente non di gradimento:

1. Stephen King – Notte buia, niente stelle
2. Sally Beauman – Dark Angel
3. Zadie Smith – On Beauty
4. Anne Fine – Telling Liddy
5. Martyn Lloyd-Jones – Mister Pip
6. Charles Dickens Great Expectations
7. Kathryn Stockett – The Help
8. Tobias Wolff – Old School
9. Marian Keyes – This Charming Man
10. Dodie Smith – I Capture the Castle
11. Paul Gallico – La signora Harris
12. Penelope Lively – Family Album
13. Barbara Kingsolver – The Poisonwood Bible
14. Chaim Potok – Danny l’eletto
15. Scarlett Thomas – PopCo

Mi piacerebbe molto, dove possibile, leggere un altro libro di questi autori nell’anno che è appena iniziato! Forse è un proposito un po’ impegnativo, dato che l’anno scorso è successo solo per uno, forse due autori. Vedremo…

I peggiori

Anche qui, per par condicio, quindici libri. Per onestà devo dire che la maggior parte non sono super ciofeche, ma comunque libri che ho letto malvolentieri. Sempre in ordine sparso:

1. Irvine Welsh – Il lercio
2. Lara Adrian – Il bacio di mezzanotte
3. Carlotta de Melas – Una lingua sul cuore
4. Gwendoline Riley – Carmel
5. Horace Walpole – Il castello d’Otranto
6. Ursula K. Le Guin – Il mago
7. Violet Alesia – Legami scomparsi
8. Francesca Borrione – L’uomo che attraversò il tempo per me
9. India Knight – Single senza pace
10. Nick Cave – The Death of Bunny Munro
11. Mitch Albom – For One More Day
12. Michele Bardsley – I’m the Vampire, That’s Why
13. Alberto Ongaro – La taverna del Doge Loredan
14. Pamela Aidan – Per orgoglio o per amore
15. Richard Adams – La collina dei conigli

Promemoria per il 2012: trovare dei libri deludenti fra i chick lit, i romance e gli Young Adult è abbastanza scontato, e viene bilanciato dalle piccole perle che questi generi producono. Evitare invece accuratamente: i libri di Welsh o similari (includo anche quello di Nick Cave nel genere) e gli esordienti. I libri forse non più brutti, ma la cui bruttezza mi ha scioccato di più sono: Il castello d’Otranto e La collina dei conigli. La palma al più brutto credo vada proprio a un’esordiente, anzi una coppia di esordienti, le autrici di Legami scomparsi.

Per finire, auguro a tutti un 2012 pieno di libri!
Annunci

§ 4 risposte a Un anno di letture – 2011

  • Giulia ha detto:

    Quante belle letture! Mi hai fatto venire voglia di provare Stephen King: nonostante la fama, non ho mai letto nulla di suo. Cosa mi consiglieresti per iniziare? Magari qualcosa di non esageratamente shoccante.Mi hai incuriosita anche per quanto riguarda PopCo. Mr Pip è nella mia wishlist da un po': in inglese è fattibile?La collina dei conigli non ti è piaciuto? Lo lessi l'anno scorso, mi sembrò così tenero!

  • Roberta ha detto:

    Ciao Giulia! Incredibilmente, La collina dei conigli non mi ha proprio preso, un bello smacco direi! Mr Pip direi che è piuttosto fattibile (a differenza di Dickens che in inglese è faticosissimo), e ti consiglio anche PopCo, mi è piaciuto molto!Di Stephen King consiglio tantissimo Stagioni Diverse, quattro novelle che di horror non hanno un granché. Sono sicura che potrebbero piacerti!

  • […] qui con il mio riepilogo annuale! Se siete curiosi, i precedenti sono qui: 2010, 2011 e 2012. Anticipo che, poiché quest’anno è stato quasi interamente dedicato alla sfida della […]

  • […] rieccomi con il mio immancabile riepilogo annuale! Trovate i precedenti qui: 2010, 2011, 2012, 2013 e […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Un anno di letture – 2011 su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: