Recensione 193 – La trama del matrimonio

gennaio 27, 2012 § 4 commenti

Autore: Jeffrey Eugenides
Titolo: La trama del matrimonio
(Titolo originale: The Marriage Plot)
Traduzione: Katia Bagnoli
Edizione: Mondadori 2011
Pag.: 478
ISBN: 9788804613589

Jeffrey Eugenides è un autore che mi è molto caro, e mi dispiace che in tanti anni abbia pubblicato ‘solo’ tre romanzi. Dopo Le vergini suicide e Middlesex, Eugenides si rifugia – apparentemente, direi io, – nella normalità di un triangolo amoroso, con l’obiettivo di scrivere un libro sul matrimonio (e per estensione, un libro sull’amore) in un mondo destrutturato (Eugenides ci parlerà di semiotica) e in cui il matrimonio è una scelta, un atto, facilmente sminuibile, ritrattabile, cancellabile. Siamo negli anni Ottanta: Madeleine è una ragazza di buona famiglia che adora il romanzo ottocentesco e si trova spiazzata dalla nuova ‘moda’ dello strutturalismo, anche se rimane folgorata dai Frammenti di un discorso amoroso di Barthes. Leonard è un biologo eccentrico e genialoide ma afflitto dalla malattia mentale, e pertanto destinato a una vita combattuta. Mitchell è il ragazzo che ogni genitore vorrebbe per genero, di origine greca, studioso di religione.

Nonostante il titolo e la trama, questo romanzo si preoccupa di più della crescita di questi tre personaggi, che a inizio libri si ritrovano laureati (più o meno) a dover affrontare la vita vera armati solo di quelle fragili e spesso inadatte teorie accademiche. Teorie che non possono aiutare Madeleine a decidere se passare la sua vita con un malato di mente, così come non aiuteranno Leonard a vincere la sua malattia o Mitchell a trovare l’illuminazione divina che sta cercando. Nonostante questo, una tematica molto presente è proprio quella dell’esperienza della lettura, e delle connessioni che noi lettori creiamo fra quello che leggiamo e la nostra vita (potevo non amare questo romanzo, con queste premesse?).

La trama del matrimonio è il classico romanzo che dovrò sicuramente rileggere. Questa è stata la prima lettura, imbevuta di entusiasmo, immedesimandomi di volta in volta nei tre protagonisti, grazie al profondissimo coinvolgimento della trama. In un secondo momento mi fermerò a prendere appunti su tutti gli spunti letterari innumerevoli, e bellissimi, specialmente per chi, come me, ha studiato teoria letteraria all’università). Ma mi fermerò anche a riflettere meglio sulla struttura di questo romanzo, sulla volontà di ricreare una tipologia di trama ormai ‘morta’ a causa delle differenze sociali fra oggi e l’amatissimo Ottocento, sulla dissacrazione dei cliché (il triangolo amoroso, il romanzo ottocentesco, il grand tour post università, la ricerca spirituale, la malattia mentale come ‘glamour’) che però a volte sembrano riuscire a sopravvivere al ‘massacro’. La trama del matrimonio è un libro interessante, particolare, che produce spunti di riflessione, ma per me è stato soprattutto un romanzo bello, appassionante, che parla di tante cose che amo, che mi ha convinto un po’ di più che Frammenti di un discorso amoroso non fa proprio per me, a cui tornavo correndo a casa la sera (perché è troppo ingombrante per portarselo a spasso) per la mia agognata dose di lettura quotidiana.

Giudizio: 5/5

Advertisements

§ 4 risposte a Recensione 193 – La trama del matrimonio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Recensione 193 – La trama del matrimonio su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: