212 – Desperate Remedies

aprile 16, 2012 § Lascia un commento

Autore: Thomas Hardy
Titolo: Desperate Remedies
(non mi risulta essere tradotto in italiano)
Edizione: Gutenberg Project
Pag.: —
ISBN: —

Desperate Remedies

Cytherea e Owen rimangono orfani quando il padre cade da un’impalcatura e muore. Oltre al dolore per la loro perdita i due devono anche affrontare lo shock derivato dalla scoperta che il padre aveva perso tutti i suoi soldi  – e si era indebitato – a causa di alcuni investimenti sbagliati. Nonostante negli ultimi tempi avesse cercato di ristabilire la sua fortuna solo grazie al suo lavoro, senza più investire, era ovviamente ancora ben lungi dal raggiungere il suo obiettivo.

Fratello e sorella, divenuti oggetto principali dei pettegolezzi della loro cittadina, si trasferiscono a Budmouth, dove Owen ha trovato lavoro. Ben presto anche Cytherea si impiega come cameriera personale (e poi dama di compagnia) di una facoltosa dama, Miss Aldclyffe, che vive con l’anziano padre. Miss Aldclyffe si affeziona in modo subitaneo e anche un po’ morboso a Cytherea, soprattutto dopo aver scoperto fra di loro un inaspettato legame che risale al passato. Miss Aldclyffe interferisce pesantemente nella vita privata di Cytherea, cercando di spingerla tra le braccia del suo nuovo sovrintendente, il signor Marston, che sembra rivestire per lei un interesse speciale. Man mano che la trama prosegue emergono segreti dal passato, coincidenze incredibili, insospettate alleanze e arditissimi intrecci melodrammatici.

Desperate Remedies è il secondo romanzo di Thomas Hardy: il primo, The Poor Man and the Lady, non fu mai pubblicato e il manoscritto venne distrutto – ne sopravvivono solo alcuni frammenti. Desperate Remedies fu un successo, anche se non tutti i critici furono ugualmente positivi al riguardo. Ho trovato questo romanzo davvero diverso dagli altri che ho letto di Hardy (Tess dei d’Ubervilles e The Mayor of Casterbirdge).

Anche se ho già avuto modo di sperimentare la vena melodrammatica di Hardy, in Desperate Remedies questa mi sembra enfatizzata dalla trama gotica e vittoriana – nell’utilizzo frequente di colpi di scena e altri trucchi in modo forse leggermente grossolano. L’autore sottolinea più volte avvenimenti apparentemente privi di significato facendoci capire con una cinquantina di pagine di anticipo che saranno il centro di un colpo di scena. Inoltre descrive alcuni importanti scambi di informazioni tra i personaggi senza svelarci subito il contenuto, ma richiamandone a più riprese l’impressione sulle persone coinvolte.

Da una parte mi sembra quasi che Hardy giochi in modo ironico con questi trucchetti, facendo l’occhiolino al lettore, dall’altra devo ammettere che funzionano, tanto che ho letto d’un fiato la seconda parte del romanzo, presa dall’ansia di scoprire il mistero, cosa che mai mi sarei aspettata da Hardy. E, anche se il racconto a suo modo è tragico, è evidente che siamo ben lontani dal capolavoro della miserevolezza che è Tess dei d’Uberville, cosa che è un sollievo nonostante la profonda bellezza di quel romanzo.

Anche se la caratterizzazione dei personaggi è sempre affascinante, con i piccoli vezzi, spesso universali o universalizzati da Hardy, con piccole frasi fulminanti, a volte devo ammettere che mi hanno pesato queste divagazioni filosofiche nel bel mezzo di una scena in cui stavo cercando di capire dove volesse andare a parare la trama.

In conclusione, decisamente un romanzo diverso da quello che mi aspettavo, sia nel bene che nel male.
Non che io mi possa lamentare, via, dato che alla fine è stata una lettura piacevole quanto inaspettata.

Giudizio: 3/5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo 212 – Desperate Remedies su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: