217 – The Autograph Man

maggio 5, 2012 § Lascia un commento

Autore: Zadie Smith
Titolo: The Autograph Man
(Titolo italiano: L’uomo autografo)
Edizione: Penguin, 2006 (2002)
Pag.: 420
ISBN: 9780140276343

The Autograph Man

Credo di aver letto Denti bianchi subito dopo la sua uscita e ne sono rimasta affascinata, ma è stato l’anno scorso, con On Beauty, che mi sono innamorata di questa autrice. Sarà stata la lingua originale, o il fatto che questo romanzo unisce la domesticità all’ambiente accademico che sempre mi affascina, in ogni caso devo ammettere che mi è costato un po’ iniziare questo The Autograph Man, in parte perché avevo paura che mi deludesse, in parte perché ora non ho più romanzi di Zadie Smith da leggere (finché non ne pubblicherà uno nuovo, chiaro). Ho racconti, saggi, articoli, ma nessuna di questa forma si avvicina, per quel che mi riguarda, alla magia del romanzo.

The Autograph Man è un romanzo decisamente meno corale rispetto agli altri: il protagonista indiscusso è Alex-Li Tandem, un uomo cinese per parte di padre e inglese (ma di origini dell’Est Europa) ebreo da parte di madre. Alex-Li conduce una vita disturbata, priva di equilibrio: vive nell’appartamento in cui viveva da bambino tenendolo in condizioni disastrose, ha trasformato il suo libro di ricerca (su tutto ciò che è ebraico o goy – ovvero non ebraico) in un’ossessione, beve, si droga con l’amico Adam in sedute di meditazione religiosa (ma non pratica né crede), tradisce la bellissima fidanzata Esther e lavora in modo autonomo e decisamente approssimativo come uomo autografo, ovvero come commercianti di autografi e memorabilia.

Alex-Li soffre per la perdita del padre, morto per un tumore al cervello non curato (volontariamente) quando lui era ancora un ragazzino. Questo è – presumibilmente – il motivo per cui non si decide a dare una direzione alla sua vita, ma continua a combinare disastri sognando il trionfo della sua esistenza (personale più che lavorativa): un fotografo di Kitty Alexander, starlette del cinema anni Cinquanta. Ed è proprio questo autografo che Alex-Li si ritrova fra le mani la mattina di un giorno orribile in cui sta soffrendo i postumi di una droga sperimentata con il suo amico Adam. Poiché Alex-Li è anche un abilissimo falsario, e non si ricorda nulla degli eventi della serata precedente, rimane il dubbio che l’autografo non sia autentico. Quando però un secondo autografo arriva tramite corriere, il nostro eroe capisce di non essere pazzo e decide, in occasione di una fiera a cui parteciperà a New York, di andare a cercare Kitty Alexander grazie all’indirizzo del mittente, sempre di New York. Quando Alex-Li, in compagnia di un’improbabile compagna di viaggio, si ritrova a varcare la soglia della vera Kitty, a conoscere il suo mito di una vita e, per una serie di fantastiche coincidenze, a fare il colpo grosso con una vendita ad un’asta, si renderà però conto che forse il segreto della vita non sta nelle gradi aspirazioni, che, per lo meno in questo caso, una volta raggiunte non risolvono i problemi ma anzi ne creano di nuovi. La chiusura del romanzo avviene in un ambito ben diverso, con l’attuazione di un rituale auspicato da tutti gli amici di Alex-Li e che lui, dopo anni di rifiuti, si trova ad accettare praticamente per sfinimento.

Alex-Li è un personaggio simpatico, una specie di sfigatello per finta: eccentrico, incasinato e anche piuttosto fobico, ha però una ragazza innamorata di lui e tanti amici nonché un lavoro affascinante anche se frutto di svariate pessimistiche elucubrazioni mentali. Le sue incertezze e i suoi dubbi sono umanissimi, anche se le vicende di questo romanzo sono davvero inverosimili. Stranamente non mi ha dato fastidio il fatto che alla fine del romanzo tutte le trame rimangono aperte e di fatto non c’è una chiusura (se non, forse, una chiusura emotiva e psicologica del protagonista). Lettore avvisato, mezzo salvato!

Giudizio: 4/5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo 217 – The Autograph Man su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: