224 – State of Wonder

maggio 28, 2012 § 4 commenti

Autore: Ann Patchett
Titolo: State of Wonder
(Titolo italiano: Stupori)
Edizione: Kindle (2011)
Pag.: 370
ASIN: B004G8QZSS

State of Wonder

Da tantissimo desideravo leggere un romanzo di Ann Patchett, forse non conosciutissima in Italia ma ben nota al pubblico anglosassone. Quest’anno un suo romanzo, State of Wonder, è stato selezionato prima per la long list e poi per la short list dell’Orange Prize. Ultimamente mi sono interessata a questo premio perché vedo che seleziona molti libri interessanti, e anche se quest’anno sono in ritardo (il premio verrà assegnato il 30 maggio), e ho deciso di leggere il maggior numero possibile di titoli selezionati. Questo è il secondo (il primo è stato The Night Circus). Onestamente pensavo di annoiarmi. Literary fiction con ambientazione sudamericana e tematica scientifica? Aiuto! E invece no. La Patchett qui ha creato un ottima miscela di azione e indagine psicologica, unendo anche qualche interrogativo sull’etica che sicuramente vi rimarrà in testa per bel po’ dopo la lettura dell’ultima pagina.

La trama in breve: la geniale scienziata Annick Swenson da anni studia una popolazione indigena che vive isolata nella giungla brasiliana. Il suo obiettivo è quello di sviluppare un nuovo epocale medicinale. L’azienda farmaceutica americana che la finanzia generosamente non accetta più di essere tenuta all’oscuro e pertanto invia un dipendente, Anders Eckman alla ricerca della dottoressa. Quando però giunge notizia della morte di Anders a causa di una febbre, la sua collega Marina Singh viene inviata a sua volta in Brasile con l’ulteriore obiettivo di capire le circostanze della sua morte.

Il viaggio di Marina è però molto più di un semplice viaggio di lavoro: è la missione che le assegna il suo capo, nonché amante – è la missione che le assegna la moglie di Anders, che non può credere che il marito sia morto ma deve rimanere a casa insieme ai suoi figli. Il viaggio verso il Brasile diventa anche un parallelo per tutti i viaggi in India che Marina ha affrontato da ragazzina, e riporta alla luce i suoi sentimenti nei confronti del padre, ormai morto da tempo. Allo stesso tempo il viaggio la riporta dalla dottoressa Swenson, che anni prima è stata la sua insegnante di ostetricia, studi che Marina abbandonò a seguito di un tragico incidente, che ha fatto di tutto per dimenticare ma ora si ripresenta ben vivo nella sua mente. Una volta nella giungla, Marina si immerge nella vita intensa del laboratorio e della tribù e deve affrontare delle sfide nonché compiere delle scelte decisamente difficili.

Se da un lato questo libro si legge davvero come una specie di Indiana Jones al femminile (giuro, questa definizione l’ho letta in una recensione, non mi ricordo più dove) e quindi è coinvolgente e ha un buon ritmo, dall’altro le evoluzioni della trama inducono alla riflessione. Nel nostro mondo moderno e cittadino raramente veniamo posti di fronte a veri dilemmi, o forse spesso ci nascondiamo dietro le regole del vivere civile senza essere davvero costretti a prendere delle parti. Nella giungla però può capitare di dover prendere all’istante decisioni vitali, e poi di dover convivere con le conseguenze per tutta la vita. Il problema è che non esiste davvero una scelta giusta o una scelta sbagliata: per ottenere qualcosa bisogna sacrificare qualcos’altro.

State of Wonder è sicuramente un romanzo che consiglio. Ho letto alcune lamentele relativamente alla caratterizzazione dei personaggi (specialmente Marina) e alla inverosimiglianza della trama. Personalmente ho trovato Marina molto vera anche se magari in determinati momenti non è propriamente simpatica, o per lo meno è difficile simpatizzare con lei. Per quanto riguarda la trama, forse non è completamente realistica ma la cosa non rappresenta assolutamente un problema per me. Sono decisamente curiosa di leggere gli altri libri della Patchett ora!

Giudizio: 5/5

Annunci

§ 4 risposte a 224 – State of Wonder

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo 224 – State of Wonder su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: