238 – Room

luglio 12, 2012 § 6 commenti

Autore: Emma Donoghue
Titolo: Room
(Titolo italiano: Stanza, letto, armadio, specchio)
Edizione: Picador, 2010
Pag.: 321
ISBN: 9780330519922

Room

Non credo che in Italia si sia parlato molto di questo libro, pubblicato un po’ in sordina (o almeno, questa è la mia impressione) da Mondadori. All’estero però ha fatto grande scalpore e – anche se prima non avevo mai sentito parlare di questa autrice – sapevo che prima o poi l’avrei letto. Jack è un bambino che ha appena compiuto cinque anni, e ci racconta la sua quotidianità, il suo mondo dentro una stanza, dove vive con la madre e una serie di oggetti che personalizza, perché per lui Tavolo non è un tavolo fra tanti, ma Tavolo l’unico e il solo. Ovviamente c’è anche Tv, ma Jack sa che tutto quello che vede in televisione non è reale. Solo lui e Ma sono reali, e forse Old Nick, che ogni tanto arriva di notte e dorme nel letto di Ma. Ovviamente, e se non sapete ancora di nulla di questo libro sappiate che la verità si intuisce dopo davvero poche pagine, Jack e Ma sono prigionieri di Old Nick, che li nasconde nel suo capanno degli attrezzi, opportunamente insonorizzato e rinforzato.

Questo è un libro complicato e angosciante. La prospettiva è sempre quella di Jack, una prospettiva che impedisce al libro di diventare eccessivamente crudo, ma al tempo stesso a volte la consapevolezza delle distorsioni della visione di Jack è doppiamente sconvolgente. Se la sua rocambolesca fuga dalla loro prigione (architettata dalla madre, che a seguito di alcuni avvenimenti non si sente più sicura di poter garantire il benessere del figlio) è terribile, è ancora peggio rendersi conto che in qualche modo anche dopo la liberazione Jack si aspetta – o vorrebbe – sempre tornare a casa. Casa che per lui è la prigione del capanno degli attrezzi, l’unica realtà che ha conosciuto per i primi cinque anni della sua vita.

Room è un libro ipnotizzante: da un lato ci si aspetta una soluzione di tutta questa assurda situazione, dall’altro è affascinante assistere all’ingresso nel mondo di Jack, che a volte, nella sua ingenuità, riesce perfino a mettere in crisi gli adulti, così abituati a dare per scontati alcuni atteggiamenti e alcune regole di vita, da non riuscire a metterli in discussione nemmeno quando la loro logica viene smantellata. Lo strascico però è l’ovvia ricerca su Internet del caso Fritzl, che sembra sia stato uno dei casi che ha ispirato l’autrice nella scrittura di questo romanzo. Sapere che esistono davvero persone in grado di prendere un essere umano e imprigionarlo in pochi metri quadri per anni, mantenendo nel frattempo un volto impassibile al resto del mondo, rende difficile dormire la notte. Ed è forse per questo che non assegno il massimo dei voti, nonostante l’innegabile bravura dell’autrice.

Giudizio: 4/5

Annunci

§ 6 risposte a 238 – Room

  • Camilla P. ha detto:

    E' un libro che desidero leggere da tanto, ma forse è proprio la tematica a trattenermi. Come dici tu, sapere che esistono davvero persone così è angosciante…

  • Roberta ha detto:

    Ti capisco! Certo sappi che il libro è scritto davvero bene, e a tratti riesce perfino ad essere divertente. Nel complesso non è un libro angosciante, anche se scatena delle riflessioni angoscianti.

  • Camilla P. ha detto:

    Ne terrò conto, grazie per la precisazione! 🙂 Penso che prima o poi (magari in un periodo tranquillo) lo leggerò.

  • Anonymous ha detto:

    io ho letto la versione in italiano e, andando a rileggermi il mio commento, mi sono accorta che ho scritto praticamente la tua stessa cosa! Lightblue

  • Roberta ha detto:

    Hai proprio ragione, cara, sono appena andata a rileggerlo! Su certi libri ci troviamo proprio d'accordo d'accordo 🙂

  • Anonymous ha detto:

    infatti vengo sempre a spulciare nella tua libreria alla ricerca di nuovi spunti :PClaudia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo 238 – Room su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: