260 – Le cascate

settembre 11, 2012 § 2 commenti

Autore: Joyce Carol Oates
Titolo: Le cascate
(Titolo originale: The Falls)
Traduzione: Annamaria Biavasco e Valentina Guani
Edizione: Mondadori, 2009 (2004)
Pag.: 510
ISBN: 9788804595007

Le cascate è una potente saga familiare ambientata nell’evocativa zona delle cascate del Niagara. L’autrice ci descrive questa nota meta turistica non solo come il luogo ideale per una luna di miele, ma anche come il paradiso dei suicidi. Addirittura si allude a una certa morbosa attrazione che le cascate esercitano su chi si avvicina troppo, spingendo all’atto estremo. Il romanzo inizia negli anni Cinquanta con l’arrivo a Niagara Falls di una coppia. Ariah e Gilbert si sono sposati tardi nella vita, per convenienza: l’incapacità di trovare l’amore vissuta come un profondo fallimento personale li ha spinti l’uno nelle braccia dell’altra, per dare perlomeno una patina di normalità alla loro esistenza. Purtroppo Gilbert non riesce a gestire le aspettative della sua sposa e dopo una confusa e orribile prima notte di nozze, sceglie il suicidio gettandosi nelle cascate.

Durante i sette giorni e le sette notti che sono necessarie per recuperare il cadavere, Ariah insiste nel partecipare alle ricerche, non spinta dal dolore per la morte del marito ma più che altro dall’orripilata consapevolezza di essere ‘dannata’. La tragedia si trasforma però in un’opportunità per Ariah, che trova finalmente l’amore con l’avvocato di successo Dirk Burnaby. Con lui costruisce una vita soddisfacente e una famiglia felice, con ben tre figli. Un giorno però la serenità familiare viene interrotta dall’incontro di Dirk con la giovane e bella Nina Olshaker: non si tratta del solito tradimento, ma di una causa civile che Dirk accetta di seguire per Nina, e che riguarda l’abnorme percentuale di malattie nell’area industriale di Niagara Falls, afflitta dalla piaga delle industrie chimiche, e soprattutto dalla presenza di un canale, il famigerato (e realmente esistente) Canale Love, utilizzato per anni come discarica sia per le industrie per il comune, poi interrato e venduto per la costruzione di una zona residenziale.

Dirk, che appartiene ad una delle più antiche e riverite famiglie di Niagara Falls, scopre ben presto una rete di imbrogli e corruzione che lo lascia attonito: la sua fondamentale onestà e un amore platonico che nutre per l’appassionata Nina lo spingono a voltare le spalle alla sua città e alla sua stessa famiglia. Ariah non accetta il suo slancio di altruismo che percepisce solo ed esclusivamente in termini di minaccia per la sua famiglia, e lo interpreta come un vero e proprio abbandono. Nonostante i suoi tentativi di cancellare il marito dalla sua vita, la sua ombra si allungherà anche sull’esistenza dei tre figli, Chandler, Royall e Juliet.

Gore Vidal (recentemente scomparso) usava dire che le tre parole più tristi della lingua inglese erano Joyce Carol Oates (e le quattro che preferiva: I told you so – Te l’avevo detto). E’ chiaro che una buona fetta di lettori non la pensa affatto così, piuttosto il contrario. Bisogna ammettere che la Oates è a tratti eccessivamente lirica e soprattutto molto verbosa (quanto guadagnerebbero i suoi chilometrici romanzi da una bella pulitura?). A questo romanzo contesto una scena in particolare (la scena al cimitero, chi ha letto capirà) eccessiva, e anche fuori personaggio (per la donna). E’ chiaro qual è l’obiettivo dell’autrice, ma per raggiungerlo avrebbe potuto essere più elegante ed evitare un espediente che spicca nella trama per grossolanità. Eppure tutti questi sono difetti che si perdonano volentieri perché la sua prosa è ipnotica, affascinante e i suoi personaggi vivono di vita vera. Nel blog non ho mai recensito quest’autrice, ma di lei ho già letto, con molta soddisfazione, Una famiglia americana, Acqua nera, La ballata di John Reddy Heart, L’età di mezzo e Sorella, mio unico amore.

Giudizio: 4/5

Advertisements

§ 2 risposte a 260 – Le cascate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo 260 – Le cascate su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: