Riepilogo di settembre

ottobre 10, 2012 § 11 commenti

Più o meno a metà del mese di settembre ho letto con grande piacere Tolstoy and the Purple Chair, di Nina Sankovitch. In questo libro l’autrice ci racconta un’esperienza molto particolare: la sua decisione di leggere un libro al giorno per un anno, e di recensire i libri letti nel suo blog. Il libro della Sankovitch è molto bello perché utilizza le sue letture per riflettere sulla sua vita, e in particolar modo sulla perdita dell’adorata sorella, ancora molto giovane, per cancro. Tolstoy and the Purple Chair è una bellissima testimonianza di come i libri ci possano aiutare, letteralmente, a vivere. Ovviamente, essendo la fanatica che sono, oltre a questo mi ha colpito e interessato molto anche l’aspetto ‘logistico’ della scelta dell’autrice. Un libro al giorno? Accidenti!

Sulla scia dell’entusiasmo generato da questa lettura, ho provato ad impegnarmi in un progetto simile, ma meno ambizioso: leggere un libro in due giorni, anche se in modo più flessibile, ovvero tenendo in conto della mole (un libro di quattrocento pagine chiede tre giorni, un libro di centocinquanta un solo giorno). Con mio enorme stupore, mi sono resa conto che funziona. Solo con un libro non sono riuscita a farlo, e la causa è stata una miscela di libro difficile e momento complicato. Non sono sicura di quanto durerà questo exploit, non tanto per motivi pratici quanto perché periodicamente mi ripropongo di leggere più lentamente e ovviamente questi due obiettivi sono incompatibili, ma devo dire che è davvero una bella soddisfazione! Sottolineo anche che le mie recensioni sono molto meno belle e articolate di quelle della Sankovitch, ma va bene così.

Greenery Street Denis Mackail
The Very Thought of You Rosie Alison
Le cascate Joyce Carol Oates
Tolstoy and the Purple Chair Nina Sankovitch
A Kind Man Susan Hill
Becoming Jane Eyre Sheila Kohler
The Hand That First Held Mine Maggie O’Farrell
The Brimming Cup Dorothy Canfield Fisher
Coral Glynn Peter Cameron
La ragazza di Charlotte Street Danny Wallace
Da qualche parte verso la fine Diana Athill
The Third Miss Symons F. M. Mayor
Dusty Answer Rosamond Lehmann
Mama Tandoori Ernest van der Kwast
E’ stato il figlio Roberto Alajmo
Not that it matters A. A. Milne

Nel complesso un ottimo mese. Il libro migliore è sicuramente la novella di Susan Hill, A Kind Man. Un’autrice che già conoscevo, per aver letto tantissimi anni fa uno dei suoi romanzi gotici, ma che con questo romanzo mi ha letteralmente folgorato. Una storia estremamente avvincente e una scrittura perfetta.
A seguire il già citato Tolstoy and the Purple Chair, ma anche The Hand That First Held Mine, di Maggie O’Farrell, un’altra autrice già testata con un libro, ma che mi è entrata nel cuore con questo romanzo davvero emozionante e coinvolgente. Vorrei anche segnalare: The Third Miss Symons di F. M. Mayor, che è disponibile gratuitamente (perché i diritti sono decaduti) sul sito Gutenberg Project – si tratta di un romanzo datato ma davvero bello e godibile (forse anche per la non eccessiva lunghezza che mantiene la storia snella); Greenery Street di Denis Mackail che è il mio primo libro Persephone, ed è una commedia davvero simpatica e che risolleva l’umore; Not That It Matters di A. A. Milne – una raccolta di brevi scritti dell’autore di Winnie-the-Pooh, il classico libro letto alla cieca ma molto piaciuto nonostante la distanza tra il mio mondo e quello di Milne.

Delusioni cocenti questo mese non ne ho avute. La peggiore è stata Coral Glynn di Peter Cameron, ma era preannunciata, anche se speravo diversamente. Abbastanza seccante anche The Very Thought of You di Rosie Alison, che mi aspettavo molto migliore. Letti invece senza grandi aspettative, e tutto sommato goduti per quello che sono, cioè niente di particolare: La ragazza di Charlotte Street di Danny Wallace e Mama Tandoori di Ernest van der Kwast, entrambi acquistati grazie all’Offerta Lampo Kindle di Amazon, che mi vede fra i suoi fan più accaniti! Noiosetto Becoming Jane Eyre di Sheila Kohler.

Buone letture a tutti!
Advertisements

§ 11 risposte a Riepilogo di settembre

  • Anonymous ha detto:

    Un libro ogni due giorni è veramente tanto! Complimenti! Ma, se posso chiederti, quante ore al giorno riesci a leggere? E al weekend? :)Claudia

  • Roberta ha detto:

    Ciao cara!Di solito riesco a leggere una mezzora la mattina, e la sera da una a due ore, a seconda! Leggo piuttosto veloce, però calcola che a settembre ho fatto una settimana di ferie che sicuramente ha aiutato. E dipende tantissimo dai libri, se ne sto leggendo uno che non mi piace tendo a svicolare e a fare dell'altro! :DNel weekend paradossalmente a volte meno, perché fra lavori di casa e uscite varie a volte trovare una mezzora tranquilla è un problema. Nel dubbio, sia durante la settimana che nel weekend, non esco mai senza un libro. Per esempio leggo in pausa al lavoro, e anche in fila alle poste

  • Valeria ha detto:

    Questo commento è stato eliminato dall’autore.

  • Valeria ha detto:

    Il progetto della Sankovitch l'avevo seguito sul suo blog "in diretta" e aveva affascinato molto anche me. Io fino a un anno fa riuscivo anche a leggerlo un libro in due giorni, ma poi mi sono resa conto che la velocità di lettura a lungo andare penalizzava il puro piacere di leggere. Oggi ho rallentato, e ne leggo uno in circa 10/15 giorni. [detto così sembra che sto parlando di una disintossicazione…! :P]

  • Roberta ha detto:

    Eh ma è vero! Anch'io ho periodi in cui sento il bisogno di rallentare, poi ci sono dei libro che oggettivamente non possono essere letti in uno/due giorni. Poi invece ho periodi in cui penso alle montagne di libri accumulati (fisicamente, virtualmente e nel mondo dei desideri) e mi sprono ad essere un po' più efficace ^_^Sono contenta che mi hai scritto perché ho tentato di lasciare un commento sul tuo blog ma non riesco a superare i captcha. E' un problema solo mio? Non posso essere così stordita… o forse sì?

  • Anonymous ha detto:

    Allora credo che leggiamo orientativamente lo stesso numero di ore (tolta la mezz'ora alla mattina che ancora non sono riuscita a ricavare…non appena mi alzo o accendo la luce, Emma attiva i radar e si sveglia!) e infatti anche io al weekend leggo paradossalmente meno! Ti auguro buon weekend e buone letture ^_^Claudia

  • Roberta ha detto:

    Ma io infatti sono stupitissima del tuo ritmo di lettura, perché io ho l'obbligo del lavoro, ma poi al di fuori di quello è tutto negoziabile, ma è un figlio è un figlio non si scappa! ^_^ Allora si vede che o è brava lei, o sei brava tu, o più probabile entrambe le cose!

  • Valeria ha detto:

    Ho disattivato i captcha (non sapevo si chiamassero così…!), ora dovrebbe essere tutto a posto. Fammi sapere. ;)Ho iniziato da poco a leggere "Il caso Jane Eyre" di Jasper Fforde, è normale che all'inizio sia NOIOSO??

  • Phoebes ha detto:

    Complimenti per il proposito di leggere un libro ogni due giorni! Io non ce la farei mai, sono leeeeeenta!! :)Ho scaricato da Amazon "The Third Miss Symons", ma non so quando la leggerò, i libri in inglese mi affaticano un po'!

  • Roberta ha detto:

    @Phoebes: io invece sono proprio vorace di natura :D. Fatti forza e leggilo! Intanto è bello corto e poi l'inglese è molto scorrevole, cosa che mi ha stupito parecchio visto che è abbastanza datato come romanzo.

  • Anonymous ha detto:

    Grazie Roberta! Più che altro sono fortunata perchè Emma va a dormire massimo alle 2030 e così ho un'oretta di tempo per fare i lavori di casa e alle 9.30/10 mi fiondo sotto le coperte e leggo finchè non crollo -di solito verso le 11/1130. Non mi posso lamentare! Buona serataClaudia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Riepilogo di settembre su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: