303 – One of Our Thursdays is Missing

dicembre 8, 2012 § 8 commenti

La pagina più affascinante del penultimo libro della serie di Jasper Fforde dedicata a Thurday Next (TN)*, senza nulla togliere al romanzo che è davvero bello, è senza dubbio la cartina della Fiction Island (dovuta al rimaneggiamento che il BookWorld subisce in questo romanzo, passando dall’organizzazione nella Great Library alla disposizione geografica all’interno di una sfera, una sorta di terra al contrario). Per fortuna sul sito dell’autore si trova un’immagine che si può ingrandire ed esaminare con comodo, un’attività in cui consiglio di indulgere, molto interessante e divertente (la potete trovare cliccando sull’immagine qui a sinistra).

One of Our Thursday is Missing parla di moltissime cose, come al solito con i romanzi di Fforde (o almeno, quelli della serie Thursday Next, non conosco – ancora – gli altri), ma ho osservato con maggiore attenzione del solito, forse, le dinamiche romanziere/romanzo, mondo fittizio/mondo reale (fondamentali in tutta la serie), alla luce di quanto letto in un altro romanzo: due approcci decisamente diversi a discorsi parzialmente coincidenti.

Alla vigilia di un’importante trattativa di pace in cui avrebbe avuto un ruolo fondamentale, Thursday Next sparisce e ci sono molte persone interessate a ritrovarla, per i più svariati motivi. Sulle sue tracce viene sguinzagliata anche la Thursday ‘scritta’ che dovrà forzare di parecchio i limiti della sua personalità per procedere all’investigazione nello spirito del suo alter ego reale, scoprendo di avere molte qualità fino ad ora ignorate. Quello che l’indagine comporta è anche una visita al mondo reale, la prima per la Thursday scritta, che diventa l’occasione per una serie di commenti decisamente pungenti sulla nostra realtà, fra i quali mi ha particolarmente trovato d’accordo questo:

One of Our Thursdays Is Missing (Thursday Next, #6)

“[…] Apparently the talk can be confusing – for the most part, people just say the thirst thing that comes into their heads.””Is it as bad as they say it is?”
“I’ve heard it’s worse. Here in the BookWorld, we say what needs to be said for the story to proceed. Out there? Well, you can discount at least eighty percent of chat as just meaningless drivel.”
“I never thought the percentage was that high.”
“In some individuals it can be as high as ninety-two percent. The people to listen to are the ones who don’t say very much.”

Nel corso dell’indagine, la Thursday scritta salva dalla lapidazione un maggiordomo meccanico, Sprockett, che arricchisce il tocco steampunk della serie e che è uno dei personaggi più simpatici di questo episodio. Non mancano, oltre alle ironiche osservazioni sul mondo reale e sul mondo della scrittura e dell’editoria, le solite parodie, i giochi di parole, e ovviamente infiniti riferimenti letterari.

Inizialmente non ero molto soddisfatta del cambiamento nella narrativa rispetto ai precedenti episodi (il passaggio della protagonista dalla Thursday reale alla Thursday scritta, l’ambientazione quasi totalmente nel Bookworld) ma ben presto ho realizzato che la scelta di Fforde è stata molto indovinata. Un capitolo veramente buono di questa serie che conta già un nuovo episodio, il settimo, The Woman Who Died A Lot, che ovviamente già possiedo e pregusto alla grande. Dal sito di Jasper Fforde mi sembra di capire che per un po’ non pubblicherà nuove uscite di TN – che sia l’occasione giusta per cominciare a conoscere una delle altre serie? Suggerimenti ben accetti.

* Non vi servono davvero i dati del romanzo, vero? Ho cambiato un po’ il formato delle recensioni…Sappiate solo che la traduzione in italiano si è fermata (per il momento?) al quarto volume.

Advertisements

§ 8 risposte a 303 – One of Our Thursdays is Missing

  • Anonymous ha detto:

    Visti i giochi di parole e i continui riferimenti, è difficile da leggere in lingua originale? Visto che non sembrano intenzionati a tradurlo in italiano…CiaoClaudia

  • Roberta ha detto:

    Ciao!Io sono passata all'inglese dopo aver letto i primi due in italiano e pensavo di fare molta fatica, invece no! Certo sono sicura di perdermi una buona parte dei giochi di parole e dei riferimenti, vuoi per la lingua, vuoi per i riferimenti culturali diversi, però già così è un gran divertimento! Io ti consiglio di provarci…

  • Anonymous ha detto:

    Grazie del consiglio :)))

  • Gwen1984 ha detto:

    Anch'io mi dovrò convertire alla versione inglese, non posso lasciare la saga di TN non finita: sarebbe un sacrilegio 😀 Jasper Fforde ha una mente geniale, lo adoro 😉 non saprei quale consigliarti tra le altre serie perché ancora non le ho lette… mi ispira molto "The Dragonslayer series", mi sembra un fantasy molto originale ed ironico… molto in stile Fforde 😉

  • Roberta ha detto:

    Probabilmente tutte le altre serie saranno bellissime, anche se devo ammettere che quella che mi attira di più è Shades of Grey. Probabilmente inizierò in ordine cronologico, da Nursery Crimes, o forse no, chi lo sa? Certo dopo Thursday Next secondo me c'è il rischio di avere aspettative troppo alte.Se continui con la saga in inglese, fammi sapere come hai trovato l'esperienza!

  • Gwen1984 ha detto:

    Questo commento è stato eliminato dall’autore.

  • Gwen1984 ha detto:

    Hai ragione: le aspettative dopo TN sono altissime 😉 ti farò sapere non appena mi cimento con "First among sequels" 😉

  • […] della serie Thursday Next di Jasper Fforde. In questo blog ho recensito il terzo, quarto, quinto e sesto volume, ma qui trovate anche la mia recensione del primo. A quanto pare la traduzione della serie in […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo 303 – One of Our Thursdays is Missing su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: