La sonnambula di Essie Fox

agosto 6, 2013 § Lascia un commento

Rivisitazione del romanzo gotico, La sonnambula racconta la storia, pieno di melodramma e colpi di scena, di Phoebe Turner, una ragazzina che vive nell’East End londinese (periodo vittoriano, ovviamente) con la madre e la zia Cissy, sorelle amorevoli nonostante l’enorme differenza tra i loro caratteri e la loro scelta di vita: la madre di Phoebe è una donna profondamente religiosa, molto severa e anche abbastanza bigotta, mentre Cissy è una cantante di varietà ed esercita chiaramente un grande fascino sulla nipote, nonostante la madre consideri il teatro il male. Dopo alcuni cambiamenti che non vi anticipo, Phoebe si ritrova a vivere in una villa, Dinwood Court (la classica mansione gotica) nella campagna inglese, come dama di compagnia della signora Samuels, una donna che vive da reclusa. Qui strane cose accadono e cose ancora più strane attendono di essere svelate.

13431320La mia fascinazione per questo romanzo, quando lo scovai in libreria senza averne mai sentito parlare, è abbastanza scontata: storia gotica, ambientata a Londra e poi nella campagna inglese nel periodo Vittoriano, l’esca era gustosa e io una preda facile. La sonnambula però per me non ha mantenuto del tutto le sue promesse: fin dall’inizio ho intuito il colpo di scena principale e in generale mi è sembrato che sia la quarta di copertina sia lo stile del romanzo promettessero colpi di scena sensazionali mentre invece l’evoluzione della trama è piuttosto prevedibile, senza grosse sorprese. Non posso dire che sia un ‘page turner’ anche se si fa leggere molto volentieri, forse anche perché la protagonista non mi ha detto un granché: all’inizio sembra non sapere dove vuole andare a parare, poi quando decide cosa fare della sua vita, la sua scelta mi è sembrata una forzatura in qualche modo.

In generale però la lettura è davvero piacevole, familiare e anche interessante, e se all’inizio la mia mancanza di empatia nei confronti della protagonista e la prevedibilità della trama mi avevano un po’ disilluso, leggendo mi sono affezionata al romanzo, soprattutto all’atmosfera e all’ambientazione che sono davvero ben rese (sto leggendo in questi giorni anche The Victorian House di Judith Flanders e per una volta posso affermare che l’ambientazione è ricostruita in modo molto realistico (anche se non eccessivamente dettagliato!). Nel complesso un libro che consiglio, però con l’accortezza di non farsi grandi aspettative: non è un melodramma, non ci sono grandi colpi di scena, però sicuramente merita di essere preso in considerazione per qualche serata di piacevole lettura (specifico che il romanzo è scritto davvero bene, in modo scorrevole e non annoia).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo La sonnambula di Essie Fox su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: