The Wives of Bath di Wendy Holden

settembre 17, 2013 § 2 commenti

Nonostante le recensioni pessime e due precedenti esperienze non proprio brillanti con questa autrice, devo ammettere che The Wives of Bath è stato molto meno peggio di quello che pensavo (questo non significa che continuerò a leggere i libri di Wendy Holden!). È la storia di due coppie che stanno per avere un bambino le cui vicissitudini si intrecciano nella cittadina di Bath, in Inghilterra. A questo proposito vorrei fare un applauso a chi ha deciso di tradurre il titolo con Mogli a mollo (!).

1474386Amanda è una giornalista londinese che scrivere per un giornale patinato di New York, ed è famosa per le sue interviste al vetriolo, spesso seguite da furibonde denunce perché ovviamente non si preoccupa di verificare le sue informazioni. Con la sua ultima intervista ha davvero esagerato, però, ed ora l’anziano e potente attore di Hollywood che è stato accusato di tingersi, di essere rifatto, di drogarsi e di non essere il padre dei suoi due figli, fra le altre cose, non ha nessuna intenzione di accontentarsi del favoloso risarcimento proposto dal giornale e, nonostante gli sforzi di Alice, uno dei migliori avvocati dell’ufficio legale, ha deciso di portare la cosa in tribunale. Da questo episodio Amanda esce licenziata, Alice sempre più disgustata dal suo lavoro.

Tornando con le pive nel sacco a Londra dal marito Hugo, Amanda realizza che si è fatta scappare una delle esperienze apparentemente più in del momento, incoraggiate da celebrity e stilisti: la maternità. Decisa ad essere al passo coi tempi, convince Hugo a fare un figlio e a trasferirsi a Bath (Londra con tutte le sue testate di moda fin troppo a conoscenza della sua debacle, è ora fuori discussione).

Alice delusa dal suo lavoro e scioccata dal contatto con la perfida Amanda, decide di tornare in Inghilterra per assistere al matrimonio della cugina. Qui incontra l’affascinante Jake, con il quale passa una nottata fantastica. Al ritorno a New York, è difficile dimenticare le parole di Jake, che l’ha invitata a riprendersi la sua vita partendo dalle cose importanti, ma Alice tentenna: il suo lavoro in questo momento non le piace ma è una parte importante di lei. Per lo meno fino a quando scopre di essere rimasta incinta, nonostante le precauzioni. Frastornata ma felicissima, Alice contatta Jake e quando scopre che anche lui è entusiasta di questa gravidanza, si fa convincere a mollare lavoro e appartamento e a trasferirsi nel cottage di Jake, fuori Bath, e condividere la sua vita ecologica (Jake è l’editore di un giornale dedicato al riciclo).

Questa la premessa. Lo svolgimento è prevedibilissimo fino alle ultime battute, ma ho continuato a leggere per vedere fino a dove si sarebbe spinta l’autrice, e devo dire che ha tirato fuori dal cappello un paio di invenzioni allucinanti! C’è di peggio al mondo, sicuramente, e per un paio di giorni questo libro mi ha divertita (a parte il finale, noiosissimo) però c’è sicuramente tanto di meglio, nell’ambito della stessa chick lit, intendo, e non consiglierei né questo romanzo né questa autrice.

Annunci

§ 2 risposte a The Wives of Bath di Wendy Holden

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo The Wives of Bath di Wendy Holden su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: