Una casa da sogno di Rachel Hore

settembre 20, 2013 § 5 commenti

Un libro dal sapore alla Kate Morton, ma molto meno ben realizzato, a mio avviso. Quando ho richiesto questo libro su Bookmooch, l’ho fatto solo per noia, perché avevo molti punti e nessun libro interessante in cui investirli. E’ infatti rimasto molto tempo (tre anni!) a macerare in libreria, e ogni volta che ci pensavo era con insofferenza, perché ero sicura che sarebbe stato un libro di una noia mortale. Quando l’ho iniziato, però, ho letto di sfuggita qualche recensione su Goodreads, e ho notato che quest’autrice viene paragonata molto spesso a Kate Morton (che io adoro) e quindi le mie speranze si sono risollevate.

1660832Kate e il marito Simon vivono una vita frenetica a Londra, in una casa troppo piccola per loro, i due figli e la babysitter fissa. La ricerca di una casa più grande in zona centrale, però, non ha dato buoni risultati (tutto costa troppo) e allontanarsi ancora di più dai rispettivi luoghi di lavoro sembra un suicidio, considerando le ore che entrambi passano già fuori casa. Per questo dopo lunghe riflessioni, Kate accetta la proposta del marito di lasciare il lavoro e trasferirsi tutti insieme nel Suffolk, dove rimarranno ospiti di Joyce, la madre di Simon, fino a quando non riusciranno a trovare una casa da comprare. Nel frattempo, finché non troverà un lavoro più vicino, Simon manterrà il suo nella City e farà il pendolare.

Una ricetta sicura per il disastro: mentre Kate impara a convivere con la suocera, a conoscere il paesino di campagna in cui vivono e a vivere secondo ritmi più rilassati e molto più a contatto con i figli, il marito continua a vivere la vita frenetica di prima, e il profumo di una possibile promozione lo spinge a passare praticamente tutta la settimana a Londra, tornando solo, stanchissimo, per i weekend. Ovviamente le vite separate che i due conducono non sono un toccasana per il matrimonio e Kate dovrà affrontare momenti molto difficili. Per fortuna ha le sue nuove amicizie, soprattutto l’anziana Agnes, una vicina di casa che abita davvero in una casa da sogno, e che a quanto pare è una lontana parente di Kate. Agnes comincia a raccontarle la storia della sua famiglia che poi prosegue con la lettura di alcuni diari che aveva scritto da giovane, e così il romanzo si struttura su due piani temporali, esattamente come i romanzi di Kate Morton.

Il problema principale di questo romanzo è che è lentissimo. Ci vogliono cento pagine solo per arrivare all’evento che mette in moto la parte più importante della trama. Cento pagine in cui Kate continua a lamentarsi, prima della vita frenetica a Londra, poi del fatto che le mancherà il lavoro, poi del fatto che non è più sicura di aver fatto la scelta giusta, infine di Simon che è sempre più lontano e non condivide la sua passione per la campagna. Inoltre la narrazione è costellata da coincidenze davvero improbabili e numerose (e a tratti gratuite, ovvero non utili per la trama). Un esempio per tutti è Kate che, in gita presso una cittadina vicina con il marito, i figli e la suocera, esplora una zona per un’oretta per conto suo ed entra in un negozio dove acquista un medaglione, che successivamente si rivelerà essere appartenuto ad Agnes. Inoltre le svolte della trama sono telefonatissime. Fin dalla prima pagina si capisce il destino del matrimonio di Kate e Simon, la decisione che prenderà Agnes e il ruolo che svolgerà Dan.

Insomma nel complesso non malissimo, il romanzo è piacevole anche se il ritmo così lento lo rende a tratti noioso. Sicuramente la parte migliore sono i diari di Agnes, peccato solo che appaiano forse addirittura dopo la metà del romanzo e comunque potrebbero aver avuto maggiore spazio. Inoltre mi sembra che passato e presente non siano amalgamati benissimo, l’introduzione dei racconti di Agnes o dei diari e il momento in cui si ritorna al presente sono piuttosto forzati, seguono una struttura sempre uguale (per esempio quando Agnes racconta a Kate del suo passato, nel momento in cui l’autrice vuole chiudere il siparietto, Kate fa una domanda ad Agnes che risponde di essere stanca, e che lo racconterà la volta successiva). Nonostante i difetti del romanzo, c’è anche molta potenzialità. Se è vero che questo è il romanzo di debutto dell’autrice, posso pensare che i successivi siano migliorati, e passati da romanzi piacevolmente passabili a piacevolmente intriganti. Non escludo di verificarlo in futuro!

P.S.: la mia edizione è una vecchia copia Mondolibri (questa). E’ proprio vero, come dice anche Susan Hill, che la copertina è molto importante. Quella originale è decisamente più bella e invitante!

Advertisements

§ 5 risposte a Una casa da sogno di Rachel Hore

  • Ivana Džidić ha detto:

    looks like an interesting novel, but to me probably not that interesting that I would try to search for it, more one of those novels I would read if I had the chance.

  • Roberta ha detto:

    Thank you! I totally agree with you, it is the kind of novel you read if you need something undemanding.

  • Ludo ha detto:

    Non ho letto questo specifico romanzo di Rachel Hore, bensì La figlia del decoratore e A place of secrets (La biblioteca dei segreti.) Ho trovato piacevoli entrambi e, soprattutto il secondo. Non so se sei interessata a ritentare con lei, ma sappi che anche i due libri da me letti sono lenti. Deve essere una caratteristica della scrittrice.

  • Roberta ha detto:

    Penso che prima o poi proverò un altro suo romanzo. Immaginavo che il ritmo lento fosse una sua caratteristica anche solo dal numero di pagine di tutti i suoi libri :D, grazie di avermelo confermato, partirò preparata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Una casa da sogno di Rachel Hore su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: