More Tales of the City di Armistead Maupin

novembre 12, 2013 § Lascia un commento

Questo romanzo fa parte di una serie degli anni Settanta (originariamente pubblicata a puntate, almeno per quanto riguarda i primi libri) scritta da Armistead Maupin. Si tratta di libri ambientati nella San Francisco dello stesso periodo, in cui l’azione ruota intorno agli abitanti del condominio al 28 di Barbary Lane, la cui proprietaria è l’eccentrica Mrs. Madrigal (coltivatrice di marijuana che tratta i suoi affittuari più come figli, e se pensate che questo sia eccentrico, aspettate di leggere il libro) e parzialmente anche dei proprietari/dipendenti della Halcyon Communications, un’agenzia pubblicitaria. Il modo in cui le vite di tutti personaggi sono intrecciate, e spesso si intrecciano ancora di più quasi per caso in una metropoli come San Francisco, mi fa venire in mente i telefilm come Melrose Place anche se l’atmosfera qui è completamente diversa.

16256More Tales of the City è il secondo nella serie, e l’ho richiesto su Bookmooch molto tempo fa solo perché avevo molti punti, niente di interessante da richiedere, e letto in precedenza il primo, I racconti di San Francisco, acquistato per curiosità (grazie alla bellissima copertina – la ricordo ancora, anche se sono anni ormai che quel libro ha preso il volo) nell’ipermercato dove lavoravo, che aveva una bella selezione di libri. Lavorando lì ho scoperto molti libri bellissimi (basterebbe anche solo Harry Potter) ma questo all’epoca, pur non dispiacendomi, non mi era neanche propriamente piaciuto.

La storia è preso detta: Mary Ann Singleton si trasferisce da Cleveland, in Ohio, a San Francisco per vivere una vita più libera soprattutto dai genitori e dalla soffocante vita di provincia, e finisce con il doversi adattare un bel po’. Ci riesce, comunque, e mentre tenta in tutti i modi, con scarso successo, di incontrare l’uomo della sua vita e trovare l’amore, fa amicizia con il vicino di casa Michael Tolliver detto Mouse, gay dichiarato, anche lui penosamente cosciente della sua solitudine e sfortunato in amore. La padrona di casa Mrs. Madrigal dispensa spinelli e consigli a tutti i suoi inquilini, ma in particolar modo a Mona (scopriremo perché) che però si sente un po’ alla deriva e decide di fare un viaggio a Reno, iniziando la linea narrativa più assurda e improbabile del romanzo (e sono tante!). Anche Brian è alla deriva: non solo era un avvocato e ora lavora come cameriere, ma soprattutto è un donnaiolo amareggiato dalle sue stesse compulsive azioni e consapevole del fatto che le donne che riesce a conquistare non lo interessano, e le donne che trova interessanti non si lascerebbero mai conquistare da lui. I personaggi legati alla Halcyon Communications sono Frannie, la vedova di Edgar Halcyon ora in crisi esistenziale, la figlia DeeDee, incinta di due gemelli ma appesantita anche da altri problemi, e il marito Beauchamp Day, che sostituisce il suocero al timone dell’azienda.

More Tales of the City è un romanzo divertente e frivolo, ma anche profondamente melodrammatico (drammatico, ma con delle soluzioni che a volte sono sbozzate con l’accetta). Si legge velocemente ma non posso dire quanto possa rimanere in mente (io del precedente non ricordavo proprio nulla!). Non sono sicurissima di voler leggere anche i successivi (probabilmente no, ci sono così tanti libri che mi interessano di più) però potrebbe esserci l’occasione. Sicuramente sono curiosa di come si evolve la situazione di Mouse, che alla fine della fiera mi sembra la persona più ‘normale’ di tutti e con cui è semplice identificarsi: con la sua dolcissima spavalderia e allegria e la sua fragilità interiore e il suo bisogno di amore è semplicemente adorabile!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo More Tales of the City di Armistead Maupin su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: