Night Film di Marisha Pessl

agosto 17, 2014 § 6 commenti

10112885

Di Nightfilm si fa un gran parlare perché è il secondo romanzo di Marisha Pessl, già nota per il suo debutto Special Topics in Calamity Physics – Teoria e pratica di ogni cosa in italiano, già letto e amato nel 2008. Il primo romanzo della Pessl viene accomunato a The Secret History di Donna Tartt, perché entrambi i romanzi sono ambientati in un college e in entrambi si parla di una cricca esclusiva di ragazzi molto intelligenti che però ne combinano parecchie. In realtà il libro della Tartt è nettamente superiore (non che ci sia davvero bisogno di mettere a confronto i due romanzi) però quello della Pessl è comunque bello e anche molto ambizioso.

Questo Night Film è completamente diverso. Scott McGrath è un giornalista investigativo la cui carriera è finita anni prima, stroncata dalla poco saggia decisione di diffamare pubblicamente (e sulla base di un’unica telefonata, anonima e non registrata, ricevuta durante le ricerche preliminari per un articolo) il famoso, iconico, controverso e misterioso regista di film horror, Stanislav Cordova.

Dopo essere stato costretto a pagare un cospicuo indennizzo al regista Scott vede anche tutti i suoi precedenti lavori cadere nell’ombra del sospetto e decide pertanto di mettere una pietra sopra Cordova e la sua carriera. Quando però i giornali annunciano la morte della figlia del registra, Ashley Cordova, apparentemente per suicidio, Scott torna a sentire il vecchio prurito: forse è il momento giusto per indagare sulla morte di Ashley e dimostrare una volta per tutte di che pasta è fatto davvero Cordova.

Durante le sue investigazioni Scott viene in contatto con due persone che decidono, ognuna per un proprio motivo, e nonostante i suoi numerosi rifiuti, ad affiancarlo nella sua ricerca. Da un punto di vista puramente tecnico, ho trovato poco credibile da una parte, il fatto che tutte le persone che Scott interroga sembrano aver bisogno di esternare la propria versione dei fatti, o comunque accetti di aiutare il protagonista anche in modo esclusivo senza motivi particolari (ad esempio Scott muove i primi passi grazie al fascicolo della polizia su Ashley, che gli viene venduto da un suo vecchio contatto della polizia – ma perché questa persona lo vende solo a lui e non ad altri?) dall’altra, le motivazioni dei tre protagonisti che in molti momenti suonano poco consistenti. Inoltre almeno in un’occasione la versione di uno dei ‘testimoni’ viene dimostrata falsa ma senza che si spieghi bene la situazione, né il motivo per cui inizialmente la persona aveva mentito (veramente non si capisce bene nemmeno se la persona aveva mentito o semplicemente era all’oscuro della verità: sto parlando della seconda moglie di Cordova, che secondo la sorella è drogata e fuori di testa mentre invece si scopre che è molto lucida, non vede l’ora di svuotare il sacco, probabilmente è alcolizzata ma quello che il portiere ritiene il suo pusher è invece una persona che viene a leggere per lei – forse).

Nel complesso però la trama è talmente intricata ed appassionante (non dirò nient’altro, rischio di rovinare il libro a qualcuno) da far perdonare queste ingenuità. Non solo ho apprezzato la non banalità dell’intreccio, ma anche il fatto che l’autrice non abbia sentito la necessità di moraleggiare (relativamente allo stile di vita di Stanislas Cordova e della figlia) e che ci abbia cortesemente evitato il tristissimo spiegone finale.

 

Annunci

§ 6 risposte a Night Film di Marisha Pessl

  • Ludo ha detto:

    Questo libro mi ispira davvero parecchio. Grazie per averlo portato alla mia conoscenza. Lo aggiungerò in wish list.

  • abrightshininglie ha detto:

    Ciao Ludo! Grazie per il commento. Night Film è molto bello però se ti capita leggi anche il precedente della Pessl, merita davvero a mio avviso anche se è un po’ confusionario nello svolgimento! Buon proseguimento di agosto (quest’anno temo che il nostro clima sia uguale al tuo :D)

  • Ludo ha detto:

    So che l’estate in Italia non è scoppiata… Qui, in vero, sono già stati accesi i caloriferi!

  • abrightshininglie ha detto:

    Qui sono due notti che dormiamo con lenzuolo, copriletto e coperta in pile! 😀 Non che mi lamenti per il fresco eh! Però qualche giornata di sole in più non avrebbe guastato…

  • Ludo ha detto:

    A proposito, l’ho comprato. L’ho trovato a un prezzo stracciato, usato, in un negozio di beneficenza e si è fatto strada nella mia scorta di libri spaziale (nel senso che tende a infinito.)

  • abrightshininglie ha detto:

    Invidio moltissimo i negozi di beneficenza dove mi pare di aver capito che si trovino davvero dei piccoli tesori! Certo probabilmente se ne avessi uno vicino (e con libri in inglese in vendita) la mia TBR list non sarebbe scesa a una ventina di libri (mi sento quasi male) 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Night Film di Marisha Pessl su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: