Look at Me di Anita Brookner

agosto 20, 2014 § Lascia un commento

Non bello come Providence, che per il momento rimane la mia cartina di tornasole per la Brookner, ma comunque molto apprezzato. I romanzi della Brookner sono tutti simili, eppure vale sempre la pena di leggere il successivo.

Frances Hinton lavora come bibliotecaria presso un istituto medico, vive nella stessa casa che era dei suoi genitori insieme ad una specie di governante ereditata dalla madre e insieme a tutti i mobili e le suppellettili che la madre usava. Ha solo un’amica, la collega Olivia, e pochissimi impegni sociali, soprattutto dettati dalla sua buona educazione (per esempio la visita mensile alla precedente bibliotecaria). La sua è una vita di piccole routine perfettamente oliate, di abitudini, di certezze. Una vita noiosa, certo, ma sicura (viene appena accennata una precedente relazione finita molto male).

Quando Frances viene ‘adottata’ da una coppia di coniugi vivaci e festaioli, passa sopra a molti dei loro difetti, desiderosa sola di compagnia, perché, come recita l’incipit del romanzo, once a thing is know, it can never be unkown, e la fame di umanità di Frances è ferocissima. Addirittura rinuncia alla scrittura, un po’ perché per partecipare attivamente alla vita sociale bisogna un po’ smetterla di osservare minuziosamente e prendere note, un po’ perché la nuova amica Alix è curiosissima e totalizzante, e percepisce la scrittura di Frances come un’esclusione.

Purtroppo Frances scopre che la voracità della sua nuova compagnia si allarga a campi inaspettati, e che chi innocente non è, non crede e non accetta di credere nell’innocenza altrui. Che chi si espone rischia di bruciarsi, e Frances brucia di brutto.

Scritto perfettamente, ogni parola un significato, eppure anche ambiguo, Look at me è consigliato solo a chi non è troppo affezionato alla trama e sopporta bene le tonnellate di introspezione che la protagonista ci propina, con quella vena di egoismo che la contraddistingue.

Come al solito (e non è uno spoiler, è l’autrice) alla fine del romanzo si torna dove avevamo cominciato: la protagonista non è cambiata, i cattivi non hanno ricevuto la loro punizione. Proprio come nella vita vera, insomma.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Look at Me di Anita Brookner su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: