Canne al vento di Grazia Deledda

novembre 28, 2014 § 2 commenti

Canne al ventoCanne al vento by Grazia Deledda
My rating: 3 of 5 stars

E’ sempre emozionante scoprire per la prima volta un testo così famoso, così discusso. E Canne al vento è sicuramente un testo molto particolare: la vena verista dell’autrice si mescola bene con uno stile evocativo: le descrizioni della Deledda ci portano a piè pari in una Sardegna estrema, caratterizzata dai contrasti, da una religione che è più superstizione e soprannaturale che religione vera e propria, in un paesino e, in particolare, nella casa delle tre sorelle Pintor, famiglia ormai in decadenza ma ancora abbastanza orgogliosa da vendere i frutti di un piccolo podere di nascosto (perché non è appropriato, per delle dame, vendere merce), ma non abbastanza da non poter accettare che il loro servo lavori senza essere pagato.

Il mondo di Canne al vento è un mondo composto di dolore, di delusioni e di fatalismo. Un fatalismo che permea tutto (nonostante i molteplici tentativi del servo Efix di guidare gli avvenimenti). C’è sempre qualcuno che vuole sfidare la sorte e le tradizioni cercando di crearsi la propria strada, ma la lotta tra il vecchio e il nuovo è ancora all’ultimo sangue e normalmente queste persone non ottengono degli ottimi risultati. Certo questo fatalismo non mi piace, ma sicuramente la dimensione descritta dalla Deledda era ancora una realtà a inizio secolo. A volte è difficile capire le reazioni dei personaggi, in parte per questa mentalità fatalista, in parte perché alcune cose vengono dette/non dette e quindi magari durante la lettura sfuggono. Sicuramente una lettura molto interessante, anche se non mi sono innamorata.

View all my reviews

Advertisements

§ 2 risposte a Canne al vento di Grazia Deledda

  • Ludo ha detto:

    Dopo aver fatto outing con Dracula, lo faccio anche con Canne al vento: non ho mai letto il romanzo della Deledda!

    Tendenzialmente l’eterogenea corrente verista mi attira sempre, ma non ho ancora trovato l’ispirazione per leggere questo libro.

  • abrightshininglie ha detto:

    Anch’io era una vita che volevo leggerlo! Sai che ho letto che però molti critici non la ritengono davvero una verista? Non ho letto i particolari, ma parlano anche di decadentismo, romanticismo. Io non sono un’esperta del genere, anche se vorrei rileggere Verga e leggere Zola (anche se forse non è proprio un verista?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Canne al vento di Grazia Deledda su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: