Un anno di letture

gennaio 3, 2016 § 4 commenti

11378124_930091373719383_210845978_n

Nonostante il silenzio quasi totale di quest’anno, rieccomi con il mio immancabile riepilogo annuale! Trovate i precedenti qui: 2010, 2011, 2012, 2013 e 2014.

Totali libri letti: 100 / Pagine lette: 33.761
Quest’anno passato ho abbassato un po’ le mie aspettative, ma 100 libri sono comunque tanti. Stiamo parlando di quasi 100 pagine al giorno (certo, io ho fatto i calcoli sulla base delle mie pagine), e come si fa a leggere 100 pagine al giorno e ad assimilarle, a rifletterci? Per questo per l’anno in corso ho abbassato ancora il mio obiettivo a 80 libri (non è ancora il mio ideale, ma non voglio esagerare).

Di questi libri:

* il 55% è scritto da donne, il restante da uomini
* il 42% è scritto da inglesi (inteso anche come scozzesi, irlandesi, ecc. – non ho fatto distinzioni), il 21% da americani, il 21% da italiani e il restante vari
* il 54% letto in inglese, il 24% in traduzione italiana (la metà dall’inglese, poi dal giapponese, francese ed altri – un libro invece è la traduzione inglese dal francese), il 21% in italiano, il libro restante è in spagnolo
* il 75% in formato cartaceo e il resto ovviamente in ebook
* inoltre posso affermare di aver letto 11 libri di non fiction, 4 graphic novels, niente poesie. Apparentemente ho riletto 9 libri e ne ho abbandonati 1 solo

Altre statistiche:

* il libro più lungo che ho letto è stato Infinite Jest di David Foster Wallace, con 1281 pagine, il libro più corto è un fumetto di Zerocalcare, “Ferro e piume” su Internazionale;

* ho letto 4 libri di Zerocalcare, 3 di Stephen King e Deanna Raybourn, 2 di Diane Setterfield, Haruki Murakami, Anita Brookner, Barbara Pym, Penelope Fitzgerald, Eva Rice, Charlotte Bronte e D.E. Stevenson

I migliori:

Wallace – Infinite Jest
Murakami – 1Q84
Atkinson – Life After Life
Zerocalcare – Dimentica il mio nome
Berthoud/Elderkin – Curarsi con i libri

Quelli che hanno fatto colpo:

Kondo – Il magico potere del riordino
Cognetti – A pesca nelle pozze più profonde
Sapienza – L’arte della gioia
Marchetta – Lettori si cresce
Ellis – How to be a Heroine

I peggiori:

Summerscale – Mrs Robinson
Hornby – Funny Girl
Hill – Mrs de Winter

Le delusioni:

Gaskell – Wives and Daughters
Gogol – Racconti di Pietroburgo
Bronte – Villette
Stendhal – La certosa di Parma
Dostoevsky – Memorie del sottosuolo

 

Nel complesso nel 2014 ho assegnato questi voti:

***** 13
**** 46
*** 32
** 9
* 0

e Goodreads mi dice che il mio voto medio è stato di 3,6.

Vediamo ora se ho mantenuto i miei buoni propositi per il 2015:

1. Leggere con più attenzione e lentezza > non proprio, ci ho provato ma ho letto un po’ troppo sotto pressione
2. Leggere più italiani (quindi se nel 2014 ho letto il 14% di italiani, quest’anno devo leggere più di 14 libri italiani) > qui direi che ho fatto centro
3. Non leggere libri in traduzione dall’inglese (ci saranno delle eccezioni, esempio: le nuove uscite di King) > anche qui non ho rispettato il buon proposito, ma solo perché ho cambiato idea
4. Leggere libri spagnoli (l’anno scorso ne ho letti 4, diciamo 4 anche quest’anno) > neanche qui ci sono riuscita, e credo che il mio spagnolo sia ancora troppo elementare, infatti il libro abbandonato di quest’anno è Soldados de Salamina di Cercas, lasciato per un insieme di blocco linguistico + scarso interesse per l’argomento
5. Rileggere di più (più di 4 riletture) > fatto!
6. Ridimensionare leggermente la mia TBR list e tenerla entro i limiti (direi sui 25 libri) > direi che sono stata dentro i limiti lungo quest’anno
7. Dedicarmi alle serie (non come l’anno scorso, ma un libro al mese dedicato alle serie può starci) > disinteresse puro, non l’ho fatto, solo saltuariamente, quando una serie mi interessava
8. Tenere sempre un libro sul comodino (appena finisco questo post, vado a scegliere il mio libro da comodino di gennaio) > qui ho delle difficoltà, perché per me è difficile leggere più libri contemporaneamente, ce n’è sempre uno che mi prende di più, quindi il secondo libro più che letto in contemporanea, viene accantonato (mi rendo conto che giusto in questo momento sto leggendo due libri in contemporanea…)
9. Leggere i classici: ormai non penso ci sia bisogno di dirlo, ma un classico al mese è un obiettivo che posso tranquillamente pormi > ne ho letti 13, quindi va bene
10. Continuare a cercare di passare meno tempo su Internet! > fallimento totale!

Ho cercato di tirare le somme e direi che nel 2016 vorrei:

  1. Leggere con più attenzione e lentezza (slow reading!)
  2. Continuare a leggere autori italiani (più o meno il 20%)
  3. Leggere in traduzione, ma continuare a leggere in inglese (almeno la metà dei libri scritti in lingua inglese)
  4. Continuare anche con lo spagnolo, magari con dei racconti kindle (almeno due)
  5. Continuare a rileggere, ma non ho obiettivi specifici
  6. Eliminare la mia TBR list (desidero arrivare ad avere una TBR composta dal libro che sto leggendo + il libro che leggerò subito dopo, e basta)
  7. Leggere della non fiction (uno al bimestre o addirittura trimestre è sufficiente)
  8. Leggere i classici (continuerei con un classico al mese)
  9. Scegliere un giorno alla settimana per staccare la spina ad Internet (questa va meditata bene…)

Inoltre ecco una lista di libri che vorrei leggere nel 2016 (non è una sfida, non li leggerò tutti, piuttosto una lista da consultazione):

Adichie – Americanah
Ammaniti  – Anna
Anderson – Winesburg, Ohio
Austen – L’abbazia di Northanger (rilettura)
Boll – Opinioni di un clown
Bronte – Cime tempestose (rilettura)
Ephron – I Feel Bad about My Neck (non fiction)
Faber – Il petalo cremisi e il bianco (rilettura)
Ford – Canada
Ginzburg – Lessico famigliare (rilettura)
Haruf – Canto della pianura
Hornby – Alta fedeltà (rilettura)
Manzoni – I promessi sposi (rilettura)
Mari – Roderick Duddle (rilettura)
Mars-Jones – Cedilla
Mitchell – Via col vento (rilettura)
Morton – The Lake House
Murakami – L’uccello che girava le viti del mondo
Pistacchio – L’estate del cane bambino
Roberts – The Mountain Shadow
Romain – Cane bianco
Sambuy – Non scrivere di me (non fiction)
Sanders – Discardia
Saunders – Tenth of December
Stendhal – Il rosso e il nero (rilettura)
Tarditi – La venturina
Tartt – Dio di illusioni (rilettura)
Tolstoy – Guerra e pace (rilettura)
Tomasi di Lampedusa – Il gattopardo (rilettura)
VanderMeer – Annientamento
Vassalli – L’oro del mondo
Vonnegut – If This Isn’t Nice, What is? (non fiction)
Wallace – La scopa del sistema
Watzlawick – Istruzioni per rendersi infelici (non fiction)
Winslow – Il cartello
Wolfe – Il falò delle vanità
Yanagihara – A Little Life

Ovviamente ce ne sarebbero altri mille, ma vedo di contenermi. Ironicamente poi la lista contiene quasi più libri da rileggere che libri nuovi… mah!

Per comodità mia aggiungo anche i libri attualmente nella mia TBR list, e che devo finire prima di acquistare altri libri:

  1. Atkinson, Kate – A God in Ruins
  2. Beauman, Sally – The Visitors
  3. Brookner, Anita – Fraud
  4. Doctorow, E. L. – La città di Dio
  5. Fowler, Karen Joy – We Are Completely Beside Ourselves
  6. Gilbert Elizabeth – The Signature of All Things
  7. Ishiguro, Kazuo – The Buried Giant
  8. O’Nan Stewart – Wish You Were Here
  9. Parker, Dorothy – Giochi di società
  10. Parks, Tim – Di cosa parliamo quando parliamo di libri
  11. Shteyngart, Gary – Little Failure
  12. Singer, Israel J. – I fratelli Ashkenazi
  13. Thomas, Scarlett – The Seed Collectors

Se qualcuno è arrivato fino a qui, si merita davvero i miei migliori auguri di buon anno nuovo!

Advertisements

§ 4 risposte a Un anno di letture

  • Phoebes ha detto:

    Mi sono mancati i tuoi post, mi fa piacere che almeno una volta l’anno posso rileggerti! Complimenti per le tue letture, e per i tuoi obiettivi, sia quelli realizzati che i nuovi proposti!
    Buon anno nuovo!

  • abrightshininglie ha detto:

    Ciao Phoebes, grazie!
    Sono contenta che ci sia qualcuno che mi legge ancora, ahahah!
    Buon anno nuovo anche a te…

  • Valeria ha detto:

    Vorrei anch’io per il 2016 portare a compimento il tuo 6° buon proposito! Ma è un circolo vizioso con cui combatto da anni e infatti settimana scorsa ho comprato altri due libri nuovi… >_<

  • abrightshininglie ha detto:

    Ciao Valeria,

    grazie per il commento!
    Guarda, personalmente ho scoperto che con un po’ di forza di volontà si può fare!
    Attualmente la mia TBR è di 5 libri, e sono partita da 200 circa.
    Certo poi per alcune persone è impensabile avere in casa ‘solo’ 5 o 20 libri da leggere, e allora lì bisogna capire cos’è che è più importante per noi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Un anno di letture su a bright shining lie.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: