La sombra del viento di Carlos Ruiz Zafón

marzo 3, 2014 § 2 commenti

lla-sombra-del-viento_9788408112310

Este lugar es un misterio, Daniel, un santuario. Cada libro, casa tomo que ves, tiene alma. El alma de quien lo escribió, y el alma de quienes lo leyeron y vivieron y soñaron con él. Cada vez que un libro cambia de manos, cada vez que alguien desliza la mirada por sus páginas, su espíritu crece y se hace fuerte. Hace ya muchos años, cuando mi padre me trajo por primera vez aquí, este lugar ya era viejo. Quizá tan viejo como la misma ciudad. Nadie sabe a ciencia cierta desde cuándo existe, o quiénes lo crearon. Cuando una biblioteca desaparece, cuando una librería cierra sus puertas, cuando un libro se pierde en el olvido, los que conocemos este lugar, los guardianes, nos aseguramos de que llegue aquí. En este lugar, los libros que ya nadie recuerda, los libros que se han perdido en el tiempo, viven para siempre, esperando llegar algún día a las manos de un nuevo lector, de un nuevo espíritu. En la tienda nosostros los vendemos y los compramos, pero en realidad los libros no tienen dueño. Cada libro que ves aquí ha sido el mejor amigo de alguien. Ahora sólo nos tienen a nosostros, Daniel. ¿Crees que vas a poder guardar este secreto?

Ho letto questo romanzo per la prima volta nel 2005, e devo ammettere che questa rilettura ci voleva proprio perché mi ricordavo davvero poco. Peccato che il mio primo libro in spagnolo di quest’anno sia stato così impegnativo, all’inizio ero un po’ scoraggiata ma poi ho preso il ritmo, grazie anche all’edizione italiana che ho affiancato al testo originale!

La trama probabilmente è inutile, dato che questo libro è stato letto da tutti, ma sono un animale abitudinario per cui ve la propino lo stesso: in una Barcellona ancora profondamente segnata dalla guerra civile (sono gli anni Quaranta del secolo scorso) Daniel Sempere cresce con il padre libraio e con il ricordo della madre, morta molto giovane. Iniziato alla meravigliosa istituzione del Cimitero dei Libri Dimenticati (una specie di biblioteca segreta in cui vengono conservati i volumi a rischio ‘estinzione’), Daniel adotta il romanzo L’ombra del vento di Julián Carax, un romanzo che lo appassiona così tanto da spingerlo a cercare informazioni sul suo autore. Purtroppo tutti i libri di Carax sono scomparsi (a quanto pare qualcuno li acquista o ruba per bruciarli) e anche la storia personale dello scrittore risulta piuttosto misteriosa. Nella sua ricerca Daniel incappa in una serie di segreti, di persone, di storie, a dir poco melodrammatici, e finisce con il rischiare la propria – e non solo – vita.

La sombra del viento è la versione moderna di un romanzo gotico, il classico feuilleton: le storie dei vari personaggi mi hanno appassionato, anche se spesso finivo un capitolo e mi trovavo a domandarmi come ero arrivata fin là (non scherzo: spesso sono stata costretta a scorrere le pagine appena lette per ricordare qual era il filo conduttore che univa l’episodio alla trama principale). Il romanzo non ha un grande spessore psicologico, ma la trama è davvero avvincente, e c’è un colpo di scena che credo sia davvero inaspettato per tutti!

Attualmente la serie conta altri due libri (El juego del ángelEl prisionero del cielo) e un racconto (“La rosa del fuego”), ma è previsto un quarto volume che uscirà non si sa ancora quando.

Annunci

Si tu me dices ven lo dejo todo… pero dime ven di Albert Espinosa

agosto 18, 2013 § 6 commenti

Prima esperienza dopo più di dieci di anni di lettura in spagnolo. Ho trovato nella libreria locale questa novella che mi pareva perfetta per il mio scopo sia per lunghezza che per difficoltà. Inoltre il romanzo era nella mia lista desideri, per quanto mia mamma me ne avesse già parlato non molto bene, lei infatti ne è rimasta piuttosto perplessa.

10832326Formalmente Si tu me dices ven lo dejo todo, pero dime ven è un giallo: un protagonista che ci parla in prima persona di mestiere si occupa di ritrovare bambini scomparsi e/o rapiti (come privato, non facendo cioè parte di nessun corpo statale di investigazione). All’inizio della storia, dopo quella che sembra la rottura finale del suo matrimonio, parte per Capri, dove era già stato da bambino, per occuparsi di un caso che accetta anche se di fatto tutte le sue caratteristiche lo avrebbero spinto a rifiutare, in qualsiasi altro momento.

In realtà la trama investigativa non esiste, è poco meno di un esile struttura intorno alla quale l’autore organizza una serie di episodi, preannunciati, ritardati, interrotti. Gli episodi sono, fondamentalmente, degli incontri illuminanti che hanno permesso al protagonista di crescere e che ora, ripescati dalla memoria grazie alla rottura sentimentale e al caso investigativo a Capri (luogo che per il protagonista ha un’importanza particolare) lo spingono a riflettere e a prendere una decisione importante per la sua vita. Tutta l’atmosfera del romanzo ricorda un ibrido Coehlo/Albom con un pizzico di Richard Bach.

Forse letto in un altro momento questo romanzo mi avrebbe colpito ma ora come ora mi sembra un concetto piuttosto banale rivestito di una copertura dai colori soavi ma spesso logora o mal tagliata. Per intenderci, è il classico libro buonista che da ragazzine avremmo praticamente trascritto sulle nostre Smemoranda…

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria spagnolo su a bright shining lie.